La Juve vince. E Lukaku si fa "arrestare". Caos sul Var

La Juventus batte 3-2 l'Inter e resta ancora in corsa per qualificarsi alla prossima Champions League. Ora la pressione è tutta su Milan e Napoli

La Juve batte l'Inter. E Lukaku si fa "arrestare"

La Juventus di Andrea Pirlo è ancora viva, batte per 3-2 in una gara intensa e ricca di polemiche l'Inter di Antonio Conte e resta ancora in corsa per la Champions League rendendo le sfide di Milan e Napoli contro Cagliari e Fiorentina frizzanti e importanti ai fini della classifica. Il gol su rigore di CR7 e la doppietta di Cuadrado, il gol del definitivo 3-2 dal dischetto, ha così reso vane le reti di Lukaku e l'autorete di Chiellini.

La gara è stata condizionata dall'espulsione di Bentancur al 55' per un doppio giallo con l'Inter che ha premuto alla ricerca del pareggio ma una volta ritrovata la parità ci ha pensato Perisic a combinare la fritta con il fallo da rigore su Cuadrado che ha permesso così alla Juventus di restare in corsa. Di certo la partita non è stata noiosa con tre rigori, un autogol contestato e un gol meraviglioso annullato a Lautaro Martinez per un presunto fallo su Chiellini.

Polemiche a non finire sull'arbitraggio di Calvarese con il Var grande protagonista con Irrati che ha dovuto richiamare per ben tre volte il collega per rivedere i primi due rigori e il gol del 2-2 dell'Inter. Tre rigori, due cartellini rossi e tante polemiche: un perfetto derby d'Italia.

L'Inter perde così la sua terza partita in campionato e dopo 129 giorni esce sconfitta dal campo. I bianconeri, invece, salgono a quota 75 punti, sorpassano il Napoli e agganciano il Milan che domani giocheranno rispettivamente in casa della Fiorentina e al Meazza contro il Cagliari.

Non è passata inosservata l'esultanza di Romelu Lukaku dopo il gol dell'1-1 il belga infatti ha fatto la gag di essere arrestato e multato dal compagno di squadra Hakimi (chiaro riferimento al party non autorizzato organizzato dopo Inter-Roma per festeggiare il compleanno del belga). I due più Young e Perisic, infatti, sono stati multati per aver violata le norme anti-Covid.

La cronaca della partita

Al 3' Lautaro si aiuta irregolarmente, secondo Calvarese, su de Ligt: qualche dubbio resta con l'argentino che sarebbe stato a tu per tu con Szczesny. All'11' Kulusevski può colpire da dentro l'area di rigore ma Skriniar si immola e salva tutto. La Juventus spinge ancora e al 21' de Vrij chiude alla grande su Kulusevski. Dal successivo calcio d'angolo Chiellini va per terra e protesta: Calvarese fa giocare ma viene chiamato all'on field rewiev e concede il rigore per la Juventus.

Dal dischetto Handanovic para il tiro di CR7 che sulla respinta segna però il vantaggio. L'Inter prova a farsi sotto e al 34' de Ligt pesta il tallone a Lautaro: anche questa volta Calvarese viene richiamato al Var da Irrati e concede il rigore. Dal dischetto Lukaku fa secco Szczesny. I bianconeri spingono in cerca del vantaggio e in pieno recupero, al terzo minuto, segna il vantaggio con Cuadrado che calcia da fuori area trovando la deviazione di Eriksen che spiazza Handanovic.

Nella ripresa la prima grande chance per colpire è di Lautaro Martinez che riceve palla da Eriksen e nello stretto in area di rigore prova il tiro: fuori di pochissimo. Al 54' Lukaku se ne va in campo aperto e viene atterrato da Bentancur: giallo per l'uruguaiano già ammonito che finisce sotto la doccia. Al 65' Lautaro segna un gol meraviglioso in rovesciata ma Calvarese annulla per un precedente fallo, che sembra non esserci, di Lukaku su Chiellini. Vecino all'81' schiaccia bene di testa: miracolo di Szczesny.

L'Inter pareggia all'84' con l'autorete di Chiellini che la butta dentro alla sua porta dopo un contrasto su Lukaku. L'arbitro annulla per un fallo del belga ma viene richiamato al Var e poi concede il gol ai nerazzurri. Minuto 86' Perisic affronta Cuadrado in area di rigore, il colombiano cade a terra e per Calvarese è rigore. Dal dischetto segna ancora Cuadrado.

Il tabellino

Juventus: Szczesny, Danilo, de Ligt, Chiellini, Alex Sandro, Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa (69' Demiral), Kulusevski (58' McKennie) Cristiano Ronaldo (70' Morata)

Inter: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (80' Vecino); Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (73' Sensi), Darmian (46' Perisic), Lukaku, Lautaro Martinez

Reti: 24' Cristiano Ronaldo (J), 35' Lukaku (I), 45' e 88' Cuadrado (J), aut Chiellini (J)

Note: Espulsi Bentancur al 55' e Brozovic al 91'

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Grazie per il tuo commento