Il gesto che nessuno ha notato Così il Milan ha vinto all'ultimo minuto

Pierre Kalulu ha sostituito degnamente Simon Kjaer in queste partite di campionato. Il giovanissimo difensore classe 2000 è stato decisivo nella vittoria sulla Lazio

Il Milan di Stefano Pioli ha vinto al minuto 92' la sfida contro la Lazio di Simone Inzaghi grazie al gol di Theo Hernandez che di testa ha regalato tre punti d'oro ai rossoneri che valgono così il primato in solitaria a più uno sui cugini dell'Inter di Antonio Conte. Il Diavolo ha messo così insieme il 26esimo risultato utile consecutivo in campionato, un vero record per una squadra che in teoria non aveva ambizioni scudetto. Il Milan non perde da oltre nove mesi in Serie A, l'ultima volta contro il Genoa a San Siro a marzo prima del lockdown.

La sorpresa

Il Milan è una delle squadre più giovani in circolazione e in difesa si sta distinguendo un giovanissimo calciatore che di solito ricopre il ruolo di terzino destro ma che si è da poco riscoperto centrale difensivo per via dei forfait dei vari Kjaer, Musacchio e Durate. Le prestazioni del classe 2000 stanno impressionando Stefano Pioli e i tifosi del Milan perché il ragazzo sta dimostrando di avere personalità nonostante i soli 20 anni.

Decisivo

Kalulu è stato preso di mira da alcuni tifosi del Milan per qualche errore di posizionamento ma contro la Lazio al netto del rigore involontario causato su Correa e della mancata chiusura su Immobile (gol meraviglioso sia per l'assisti di Milinkovic-Savic che per il gol del centravanti campano), in pochi avranno notato l'importanza del francese. Kalulu infatti ha propiziato il corner che ha portato al vantaggio di Ante Rebic, con una incursione personale degna di nota.

La giocata fondamentale per la vittoria finale però è arrivata al minuto 92 ma non tutti hanno avuto modo di apprezzare il gesto tecnico del difensore del Milan. Lancio lungo dalla difesa della Lazio per il gigante Muriqi anticipato in maniera sontuosa proprio da Kalulu che permette così al Diavolo di imbastire l'azione offensiva che porterà poi Theo Hernandez a siglare il gol del definitivo 3-2. Quando tornerà a disposizione Simon Kjaer, il classe 2000 si siederà nuovamente in panchina ma Pioli avrà a disposizione un'arma in più al suo ricco bagaglio. Il giovanissimo Pierre ha dimostrato di possedere doti fisiche e una cosa fondamentale: la personalità.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.