Con l'arrivo di Barella dove mettere Frattesi?

Nell'amichevole con la Bosnia a catturare l'occhio di pubblico e critica ha provveduto Frattesi, che nell'occasione ha virtualmente riscaldato il posto a Nicolò Barella, uno dei pilastri di questa Nazionale

Con l'arrivo di Barella dove mettere Frattesi?
00:00 00:00

Il secondo (test) - dell'Italia - meglio del primo. Secondo previsioni e naturale svolgimento della mini-preparazione svolta da Luciano Spalletti a Coverciano. In questo caso con una prova, consistente, per lo schieramento inedito (3-4-2-1) che può risultare la chiave di lettura di prossime sfide più impegnative. L'unico dato poco esaltante è stato un altro: il numero di occasioni da gol create dalla Nazionale con un tasso di errori di mira che può essere considerato figlio del momento. È davvero un record, per Scamacca che ha nel tiro il suo maggior talento, sbagliare un paio di gol da fare a occhi chiusi.

A catturare l'occhio di pubblico e critica ha provveduto Frattesi, uno di quelli che non ti aspetti e che nell'occasione ha virtualmente riscaldato il posto a Nicolò Barella, uno dei pilastri di questa Nazionale che deve diventare squadra per competere con l'agguerrita concorrenza del girone (Albania, Croazia e Spagna non sono ostacoli di ridotta altezza). Frattesi ha stupito la platea di Empoli non solo per il gol, che pure ha un evidente peso sul risultato. Ha raccolto grandi consensi per l'interpretazione del ruolo di mezza punta alle spalle di Scamacca sul centro-destra, in coppia con Chiesa schierato sul centro-sinistra che però non ha brillato come l'interista.

Il punto adesso è questo: nella speranza di un recupero di Barella, questo Frattesi dove lo mette Spalletti? Ecco il prossimo nodo da sciogliere per il ct che ha già idee chiarissime sul resto dello schieramento da presentare per il debutto contro l'Albania di sabato. E non è scelta di poco conto perché potrebbe addirittura avere uno sviluppo interessante anche per Simone Inzaghi. All'Inter Frattesi è stato utilizzato come ricambio di Barella e per questo esclusivo motivo ha giocato poco eppure ciò non gli ha impedito di firmare un bel mucchio di gol, anche preziosi.

C'è un precedente in questo senso nell'europeo 2021 vinto dagli azzurri di Mancini e Vialli (ricordiamolo sempre uno

dei protagonisti di quel trionfo, ndr): durante il girone iniziale, con Verratti infortunato, giocò Locatelli al suo posto consentendo così all'abruzzese di guarire dall'acciacco muscolare e tornare per la fase decisiva.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica