La Lazio perde e saluta l'Europa League. La Roma pareggia 2-2 e si qualifica

La Lazio perde 2-0 contro il Rennes ed esce dall'Europa League. La Roma fa 2-2 in casa contro il Wolfsberger e si qualifica ai sedicesimi di finale da seconda del girone

La Roma di Fonseca rischia contro il Wolfsberger ma il 2-2 qualifica i giallorossi, come secondi del girone, ai sedicesimi di finale di Europa League. La gara dell'Olimpico è stata tirata fino all'ultimo minuto con i padroni di casa che si sono fatti rimontare per ben due volte dai meno quotati austriaci che comunque hanno venduto cara la pelle. I gol della partita portano al firma di Diego Perotti su rigore, Alessandro Florenzi con un'autorete, Edin Dzeko tutti nel primo tempo e Weissmann nella ripresa. Nell'altro match di serata vittoria a sorpresa al 91' dell'Istanbul Baseksehir che espugna 2-1 il campo del Borussia Moenchengladbach e stacca così il pass da prima del girone quando era spacciata a pochi istanti dalla fine del match. Resta il grande rammarico per la Roma di non aver vinto la partita che avrebbe permesso ai capitolini di chiudere in testa al girone con 11 punti.

La Roma parte forte e al 5' ottiene un calcio di rigore per fallo di Kofler su Dzeko. Dal dischetto Perotti è glaciale e porta in vantaggio i giallorossi. Il vantaggio dura solo 3 minuti visto che al 10' Florenzi nel tentativo di anticipare Weissmann infila la propria porta. Al 19' giallorossi ancora avanti con Dzeko che riceve palla da Perotti, ben imbeccato da Diawara, e insacca alle spalle di Kofler. Al 24' il Wolfsberger segna il gol del pareggio ma viene annullato per fuorigioco e si va così al riposo sul 2-1 con i giallorossi che tengono bene il campo a cospetto degli austriaci sempre sul pezzo.

Nella ripresa il Wolfsberger colpisce il palo al 48' e Under al 57' si rende pericoloso pur senza pungere. Mirante è deciso su Niangbo al 60' mentre al 62' Mirante esce per infortunio. Passa un minuto e il Wolfsberg pareggia con Weissmann che di testa in tuffo buca il neo entrato Pau Lopez. Under si mangia un gol al 65' e al 71' Mkhitaryan sfiora il palo con una conclusione di testa. Fazio ci prova con un tiro da fuori al 78' ma Kofler si distende e para mentre all'89 è Diawara ad avere la chance per segnare il 3-2 ma Kofler è bravo a dirgli no. Dzeko si mangia il 3-2 al 93' ma questo non inficia la qualificazione per la Roma che stacca il pass per il turno successivo.

Il tabellino

Roma: Mirante (62' Pau Lopez.; Florenzi, Mancini, Fazio, Spinazzola; Diawara, Veretout; Ünder (66' Pellegrini), Mkhitaryan, Perotti (68' Zaniolo); Dzeko.

Wolfsberger: Kofler; Novak, Sollbauer, Rnic, Schmitz /76' Schöfl,); Schmid, Sprangler, Wernitzing; Liendl; Weissman, Niangbo

Reti: 7' Perotti (R), 10' aut Florenzi (W), 19' Dzeko (R), 63' Weissmann (W)

Rennes-Lazio 2-0

La Lazio di Simone Inzaghi perde malamente contro il Rennes, già eliminato da tempo, e saluta così la competizione europea con largo anticipo rispetto alla previsioni. In Bretagna non c'è stata mai storia con i francesi che hanno letteralmente dominato i biancocelesti e con il parziale che è finito solo per 2-0 in favore dei rossoneri ma solo per le parate di Proto. A decidere il match la grande doppietta del centrale difensivo Gnagnon che ha steso così la Lazio che aveva bisogno di una vittoria e di un successo del Celtic in casa del Cluj per staccare il pass per il turno successivo. I biancocelesti hanno perso ma nel contempo gli scozzesi non hanno vinto contro i romeni che ora potranno concentrarsi sul campionato e sulla finale di Supercoppa Italiana in programma il 22 dicembre contro la Juventus di Maurizi Sarri.

Il primo tiro in porta della partita è del Rennes con Da Cunha che ci prova con un tiro dalla distanza ben controllato da Proto. Al 7'è Gnagnon a tentare di far male alla Lazio ma il numero uno biancoceleste blocca senza problemi. Parolo spinge al 15' e prova un tiro-cross che viene deviato in angolo dalla difesa francese. Ancora arrembante il Rennes con Proto che salva tutto sul tiro pericoloso di Lea Siliki. Al 31' il Rennes passa in vantaggio con Gnagno che sfugge alla marcatura di Acerbi e buca Proto. Domina il Rennes che va avanti ad attaccare fino a fine primo tempo ma senza trovare il 2-0.

Nella ripresa Acerbi svetta di testa al 60' ma la mette fuori, mentre al 66' ci prova Boey si inserisce ma la mette fuori. Al 73' Boey la mette fuori di poco con un gran tiro che mette paura a Proto. Il numero uno della Lazio salva ancora due volte il risultato al minuto 82' e 83' e il 2-0 meritato arriva all'87' ancora con il centrale difensivo Gnagnon che si regala una favolosa doppietta personale segnando con un tap-in la respinta di Proto sul tiro di Tait. Nel finale ancora Rennes sfiora due volte il 3-0 con l'ex Milan Niang che non riesce ad insaccare: finisce 2-0 in Bretagna.

Il tabellino

Rennes: Salin; Boey, Gnagnon, Nyamsi, Doumbia; Lea Siliki (74' amavinga), Grenier, Tait, Da Cunha; Siebatcheu (70' Niang), Gboho

Lazio: Proto; Bastos, Vavro (77' Falbo), Acerbi; Lazzari, Parolo, Cataldi, Luis Alberto (59' Berisha), Jony; Caicedo, Immobile (68' Adekanye)

Reti: 31' e 87' Gnagnon (R)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?