L'Inter è in una crisi senza fine: nerazzurri quasi eliminati dall'Europa League

L'Inter cade ancora: il Southampton vince 2-1 e mette quasi fuori dai giochi i nerazzurri che vedono lontanta la qualificazione ai sedicesimi di Europa League

L'Inter è in una crisi senza fine: nerazzurri quasi eliminati dall'Europa League

Cambiano gli allenatori ma il risultato non cambia: l'Inter di Stefano Vecchi cade al St Mary's Stadium sotto i colpi del Southampton di Claude Puel che vince per 2-1 in rimonta. Il vantaggio di Icardi al 33' del primo tempo aveva dato ossigeno e speranze ai nerazzurri che al 45' del primo tempo si sono visti fischiare un rigore contro per fallo di mano di Perisic. Dal dischetto però Handanovic ha ipnotizzato Tadic tenendo incollato il punteggio sull'1-0. Nella ripresa i Saints si proiettano in avanti per cercare il gol del pareggio che arriva con il gol di van Dijk al 64'. Al 69' si consuma il dramma dell'Inter con la goffa autorete di Yuto Nagatomo che beffa Handanovic. Con questa sconfitta i nerazzurri restano all'ultimo posto in classifica con soli 3 punti, mentre il Southampton sale al secondo posto a quota 7, dietro lo Sparta Praga che è primo con 9 punti avendo vinto per 2-0 contro l'Hapoel Beer Sheva che di punti ne ha 4. L'Inter ora è quasi fuori dai giochi: uno dei primi obiettivi stagionali sta per sfumare clamorosamente.

Nel primo tempo è l'Inter a rendersi pericolosa con Ever Banega che riceve palla da Icardi ma ci mette troppo tempo a tirare e non riesce a concludere verso la porta difesa da Forster. Il Southampton si sveglia subito e tra il 10 e il 14 costruisce tre occasioni da gol, due volte con Rodriguez e una con Redmond: nessun problema per Handanovic. L'Inter pian piano guadagna campo e le squadre sembrano studiarsi fino al minuto 33 quando il capitano nerazzurro Icardi rompe gli equilibri con un gran gol di sinistro all'angolino che buca Forster per l'1-0 dell'Inter. Minuto 40' ci prova due volte Romeu: niente da fare. Al 45', però, l'arbitro polacco dell'incontro accorda un calcio di rigore per il Southampton per fallo di mano di Perisic: dal dischetto però Handanovic ipnotizza Tadic.

La ripresa riparte con gli stessi 22 in campo e al 46' è Ward-Prowse ad andare al tiro: para Handanovic. Minuto 50: il portiere sloveno si va valere ancora su Ward-Prowse e in seconda battuta anticipa Rodriguez. L'Inter è schiacciata e al minuto 63' Hojbjerg salta Miranda ma trova l'opposizione di Ranocchia che salva i nerazzurri. Il gol del pareggio, però, è nell'aria e al minuto 64' van Dijk fa secco Handanovic che precedentemente aveva messo in angolo il colpo di testa del difensore olandese. L'Inter è anche sfortunata e al minuto 69' arriva il 2-1 degli inglesi con l'autorete di Nagatomo che la mette goffamente alle spalle del proprio portiere sul cross di Tadic, deviato da D'Ambrosio. Vecchi prova il tutto per tutto inserendo Eder per Medel e la reazione dell'Inter arriva con il tiro potente di Icardi, al minuto 79': para Forster. Minuto 83' tiro di Redmond: palla fuori. Non succede più niente fino al 94: il Southampton vince per 2-1 contro un'Inter volenterosa, sfortunata ma ancora senza un'identità di gioco.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...