L'Uefa a muso duro contro l'Ucraina per la divisa: "No a slogan politici"

L'Uefa avrebbe richiesto alla nazionale ucraina di coprire lo slogan "Onore agli eroi" e il disegno sulla divisa ufficiale di Euro 2020 per il chiaro riferimento alla Crimea

L'Uefa a muso duro contro l'Ucraina per la divisa: "No a slogan politici"

Domani sera l'Ucraina di Shevchenko esordirà all'Europeo contro l'Olanda, nel girone C. Quello che però sta agitando la vigilia in casa ucraina non riguarda la partita contro gli orange bensì una vera e propria battaglia diplomatica che si sta disputando con l'Uefa. Motivo del contendere? Tre parole stampate sulla maglia ufficiale di Euro 2020 che non sono piaciute al massimo organismo europeo del calcio: "Gloria agli eroi!".

Caso politico

Questa frase ha scatenato le polemiche, con l'Uefa che ha imposto all'Ucraina di cambiare casacca per una evidente connotazione politica del messaggio che ha scatenato le proteste della Russia. Ovviamente il chiaro riferimento di quella frase riguarda la questione della Crimea che nel disegno stampato sulla divisa ufficiale risulta proprio annessa all'Ucraina.

La Crimea in realtà risulta annessa alla Russia dal 2014 dopo un referendum sull’autodeterminazione e indipendenza della stessa che fu però definito illegale e illegittimo dall'Onu, dall’Unione Europea, dal Consiglio d’Europa e anche dagli Stati Uniti. Un'annessione, dunque, non riconosciuta dalla comunità internazionale ma dove l'Uefa non intende assolutamente mettere becco evitando ogni caso diplomatico con una e con l'altra nazione. Proprio per questo il massimo organismo europeo vuole che la frase e il disegno vengano cancellati affermando come quello slogan richiami quello urlato dal popolo durante la rivolta popolare anti-russa a Maidan nel 2014.

Nessun passo indietro

L'Uefa ha fatto una richiesta ma per tutta risposta il presidente delle Federcalcio ucraina, Andrii Pavleko, sulla sua pagina ufficiale di Facebook ha spiegato come il comitato esecutivo abbia approvato lo status di slogan ufficiale per "Gloria agli eroi", che in Ucraina sono usate come un saluto militare ufficiale. "Da molti anni sono stati un saluto a milioni di nostri tifosi nel loro paese nativo, e nel mondo”.

Cosa succederà?

Resta da capire se domani sera contro l'Olanda la maglia sarà questa approvata inizialmente anche dall'Uefa o se il caso diplomatico rientrerà con l'Ucraina che dovrebbe però rinunciare allo slogan sulla divisa e anche al disegno. Le istituzioni in queste ore stanno lavorando per capire la fattibilità di questa retromarcia ucraina per evitare che scoppi il caos con la Russia per una questione che ovviamente non ha niente a che fare con il calcio e con l'itinerante Europeo che coinvolgerà ben 11 paesi diversi.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?