Lutto nel mondo del canottaggio: morto a 26 anni Filippo Mondelli

Filippo Mondelli, ex campione del mondo di canottaggio nel 2018 nel quattro di coppia, lottava dal 2020 contro un osteosarcoma alla gamba sinistra

Lutto nel mondo del canottaggio: morto a 26 anni Filippo Mondelli

Lutto nel mondo del canottaggio italiano e dello sport: Filippo Mondelli è scomparso all'età di 26 anni. Il campione del mondo nel 2018 a Plovdiv, Bulgaria, nel quattro di coppia con Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Giacomo Gentili aveva un osteosarcoma alla gamba sinistra, malattia che aveva scoperto di avere nel gennaio 2020 durante un raduno azzurro con il gruppo olimpico. Nonostante l'asportazione del male e dopo aver combattuto come un leone Filippo si è dovuto però arrendere alla malattia.

A dare la notizia della sua morte è stata la Federazione di canottaggio con il presidente del Coni Giovanni Malagò che ha espresso il suo cordoglio per questa prematura scomparsa: "Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, profondamente addolorato, insieme alla Federcanottaggio e al Presidente Abbagnale a nome della Giunta, del Consiglio Nazionale e di tutto il movimento si unisce al cordoglio della famiglia per la perdita di un grande campione, dentro e fuori dall'acqua, un esempio di capacità e di coraggio, un portabandiera dei valori che rendono grande il mondo sportivo".

"Il Coni, in segno di lutto, ha issato a mezz'asta le bandiere istituzionali. La Giunta Nazionale, in programma domani, coopterà il primo dei non eletti, Paolo Lorenzi (tennis), sancendo l'ingresso nel Consiglio Nazionale", la chiusura della nota del Coni per ricordare la figura di Mondelli che recentenemente era stato eletto nel Consiglio Nazionale del Coni in quota atleti e che il prossimo 18 giugno avrebbe compiuto 27 anni.

La carriera

Mondelli aveva iniziato a praticare canottaggio all'età di 12-13 anni, nel 2007 e già nel 2015 all'età di 21 anni aveva vinto l'oro nel 4 Con ai mondiali under 23. Nel 2018 aveva fatto parte del quattro di coppia, con Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Giacomo Gentili, mettendo in bacheca la medaglia d'oro agli Europei di Glasgow e trionfando anche ai Mondiali di Plovdiv in Bulgaria. Mondelli si era anche qualificato per le olimpiadi di Tokyo 2020 e solo due settimane fa era stato eletto nel Consiglio nazionale del Coni.

"Con silenzio e rispetto tutta l'Italia del canottaggio, insieme al Presidente del Coni, al Presidente della Federazione, al Consiglio federale, allo Staff Tecnico, a tutti i compagni di nazionale, formula le più sentite condoglianze per la scomparsa del caro Filippo. Rimarrai sempre nei nostri cuori", la parte finale del toccante saluto riservato a Filippo da parte della federazione di canottaggio.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?