Marquez ancora campione: Valentino Rossi ora trema

Marc Marquez ha vinto il suo settimo titolo Mondiale e ora insidia prepotentemente Valentino Rossi. Il Dottore rischia seriamente di essere raggiunto e poi superato dal rivale spagnolo

Valentino Rossi ha trovato pane per i suoi denti in questi ultimi sei anni della motogp con Marc Marquez. Il ragazzino spagnolo, infatti, ha minato le tante certezze del Dottore che resta comunque di diritto uno dei migliori piloti della storia del motociclismo insieme al grande Giacomo Agostini che, però, correva in tempi diversi e dove forse c’era meno competizione. La rivalità tra i due nasce a fine 2015 quando il pilota italiano della Yamaha si sente defraudato e preso in giro dall’allora 22enne spagnolo che nell’impossibilità di poter vincere il Mondiale piloti fu autore di una serie di scorrettezze che misero in seria difficoltà Rossi favorendo poi Jorge Lorenzo che vinse il suo quinto titolo iridato in carriera. Valentino ha messo in bacheca nove mondiali: uno in 125, a diciotto anni, con l’Aprilia, uno in 250 sempre in sella ad Aprilia, uno nella vecchia classe 500 con la Honda, due sempre con la casa giapponese in Motogp, e quattro con la sua attuale scuderia, sempre in motogp ovviamente, con la Yamaha.

Valentino ha rinnovato il suo contratto con la Yamaha fino a fine 2020, quando di anni ne avrà 41. Il Dottore, dunque, avrà ancora due anni di tempo per cercare di ottenere il tanto bramato e agognato decimo titolo mondiale: contro questo Marquez, però, sembra proprio che non ci sia niente da fare. Oltre allo spagnolo, naturalmente, il pesarese dovrà anche guardarsi dall’agguerrita concorrenza di Andrea Dovizioso su Ducati e soprattutto di Jorge Lorenzo che dopo l’esperienza triennale non esaltante alla Ducati tornerà alla Honda quattordici anno dopo la prima volta, quando nel 2005 arrivò quinto in classifica generale in 250. La sensazione è che i tanti supporters e fan di Valentino dovranno rassegnarsi all’idea di vedere Marquez agganciare e magari superare il fuoriclasse di Tavullia: difficile invece arrivare a quota 15, ovvero il numero dei titoli mondiali vinti dal grande Giacomo Agostini nella sua gloriosa carriera.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Lotus49

Dom, 21/10/2018 - 20:54

Ai tempi di Agostini c'era meno competizione? È sicuro? Certo è che erano altre piste, in cui se cadevi in certe curve eri morto, mica c'erano queste vie di fuga.

cir

Lun, 22/10/2018 - 14:11

L' evasore fiscale ha gia' l' alzeimer ????