Il Milan manda all'inferno la Juventus: secco 0-3 e scatto Champions

Il Milan batte con un netto 3-0 la Juventus e mette nei guai i bianconeri nella corsa alla Champions League. Il Diavolo dà una prova di forza importante e aggancia l'Atalanta a 72 punti

Fermo immagine Dazn
Fermo immagine Dazn

Il Milan di Stefano Pioli sfata il tabù Juventus Stadium, schianta con un nettisssimo 3-0 la squadra di Andrea Pirlo e manda all'inferno i bianconeri che ora rischiano seriamente di restare fuori dalla Champions League. Le reti di Brahim Diaz nel primo tempo e di Ante Rebic e Fikayo Tomori nella ripresa hanno annientato la Vecchia Signora con Kessie che sul risultato di 1-0 in favore si è anche fatto parare un rigore da Szczesny, assegnato da Valeri dopo aver consultato il Var, per un netto fallo di mano di Chiellini.

Con questo prezioso successo il Milan vola a quota 72 punti come l'Atalanta a più due sul Napoli a quota 70 con la Juventus che ad oggi sarebbe quinta a quota 69 punti e fuori dalla Champions ma con ancora tre giornate da disputare. Ora i punti di vantaggio del Diavolo nei confronti della Juventus sono 3, 4 considerando che in caso di arrivo a pari punti ci sarebbe il vantaggio negli scontri diretti (0-3 stasera, 1-3 in favore dei bianconeri all'andata).

La Juventus rischia di restare fuori dai primi quattro posti e dovrà pensare di collezionare 9 punti nelle prossime tre giornate contro Sassuolo, Inter e Bologna, sperando in passi falsi di Milan, Atalanta e Napoli, per non perdere il posto nella più importante competizione europea. Al Milan, invece, basterà fare sei punti per essere sicuro di non restare fuori dai primi quattro posti della classifica.

Cristiano Ronaldo ancora una volta non pervenuto in casa Juventus e lontano parente di quello ammirato nelle passate stagioni, nonostante sia capocannoniere della Serie A. In casa Milan, invece, bene tutti con l'unica nota stonata l'infortunio al ginocchio subito da Zlatan Ibrahimovic che fanno restare in ansia i rossoneri ma anche la Svezia in vista degli Europei di giugno.

La cronaca della partita

La Juventus parte forte con De Ligt che al 4' viene murato da Theo Hernandez, Rabiot ci prova al 14' ma Kjaer respinge il suo tiro. Il Milan prende fiducia con Brahim Diaz che tra il 18' e il 21' si procaccia due grandi occasioni per colpire. Al 30' Chiellini si mangia il vantaggio di testa su uscita sbagliata di Donnarumma e in pieno recupero della prima frazione ecco il gol del vantaggio del Milan con un vero e proprio capolavoro di Brahim Diaz che con un tiro a giro punisce Szczesny.

Nella ripresa Donnarumma pare benissimo su Bentancur al 47'e al 58' l'arbitro concede il rigore al Milan per un fallo di mano di Chiellini. Dal dischetto però Kessie si fa parare il tiro da Szczesny che tiene a galla la Juventus. Ibra esce per infortunio al ginocchio al 65' e al 71' il portiere bianconero salva ancora su Calhanoglu. Bennacer serve Rebic al 78' che con un tiro a giro dal limite batte ancora Szczesny. Tomori svetta di testa all'82' e sigla il 3-0 finale. Il forcing finale della Juventus non produce nulla: finisce 0-3 allo Stadium.

Il tabellino

Juventus: Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; McKennie, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo

Milan: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Brahim Diaz, Calhanoglu; Ibrahimovic

Reti: 45' Brahim Diaz (M), 78' Rebic (M), 85' Tomori (M)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti