Van Basten compie 55 anni: il ritratto del cigno di Utrecht

Marco Van Basten è stato uno dei giocatori più forti della storia del calcio ed ha scritto pagine importanti con la maglia di Milan, Ajax e nazionale olandese. Nonostante il ritiro a 30 anni, per guai fisici alle caviglie, ha vinto tre Palloni d'Oro

Marco Van Basten è stato uno degli attaccanti più forti della storia del calcio. L'ex di Ajax e Milan nei suoi "pochi" anni di carriera ha fatto vedere cose incredibili a livello tecnico e segnato caterve di reti. Tra competizioni nazionali ed europee, infatti, il cigno di Utrecht, come veniva soprannominato, ha segnato 277 reti in 373 presenze complessive, con una media gol di 0,75 a partita: un'enormità per un giocatore che per problemi fisici ha dovuto ritiarsi troppo presto, all'età di 30 anni, nell'agosto del 1995.

Nonostante questo Van Basten ha vinto tutto: tre campionati olandesi, tre coppe d'Olanda, quattro Scudetti con il Milan, quattro supercoppe Italiane, una coppa delle Coppe con i Lancieri, tre Champions League, tre Supercoppe Europee e due Coppe Interncontinentali con i rossoneri. Il 55enne di Utrech ha inoltre vinto un Europeo con la nazionale olandese, nel 1988, e la bellezza di tre Palloni d'Oro, nel 1988, 1989 e 1992.

I suoi continui problemi alle caviglie lo hanno costretto ad un ritiro anticipato e l'ultimo intervento arrivato nel giugno del 1993 è stato quello che ha chiuso definitivamente la sua carriera. Il suo recupero fisico non è di fatto mai avvenuto e le stagioni '93-94' e 94'-95' hanno fatto segnare zero presenze e zero reti per il fuoriclasse olandese che fu costretto amaramente ad appendere gli scarpini al chiodo. Adriano Galliani, all'epoca amministratore delegato del Milan parlò in questi termini del suo ritiro dal calcio giocato: "Il calcio perde il suo Leonardo da Vinci".

I due club nei quali ha giocato in carriera, Ajax e Milan, hanno fatto gli auguri ad uno degli indimenticabili del calcio, attualmente Ambasciatore del calcio Uefa. Il club di via Aldo Rossi, inoltre, nel giorno dei festeggiamenti del centenario rossonero, nel 1999, l'ha addirittura eletto l'attaccante del secolo della storia del Milan. Se da calciatore può essere considerato uno dei migliori della storia, da allenatore non ha avuto molta fortuna dato che tra Ajax, nazionale olandese, Az Alkmaar ed Heerenveen non è mai riuscito a spiccare il volo. Nelle menti degli amanti del gioco del calcio, però, le sue prodezze nel rettangolo di gioco resteranno indelebili e uniche per un attaccante capace di segnare in tutte le maniere.



Happy Bday, @MarcoVanBasten
'Just' 3 of his goals to enjoy! pic.twitter.com/RzywC1j9ua

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.