Modric svela: "Una volta Mourinho fece quasi piangere Cristiano Ronaldo"

Il centrocampista croato, pallone d'oro nel 2018, ha raccontato un aneddoto legato a CR7 e Mourinho all'interno della sua autobiografia: "Cristiano era disperato"

José Mourinho nel corso della sua lunga carriera ha allenato tanti club vincenti e soprattutto tanti campioni tra cui Cristiano Ronaldo, ai tempi del Real Madrid. Il rapporto tra i due portoghesi all'inizio idilliaco andò pian piano scemando complici alcune incomprensioni tattiche. L'attuale attaccante della Juventus, però, nei suoi nove anni a Madrid riuscì a mettere insieme più gol che presenze: 450 in 438 gettoni totali.

Il pianto di Cristiano

Luka Modric suo compagno di squadra per tanti anni al Real ha da poco scritto un'autobiografia "A modo mio" dove ha svelato alcuni aneddoti particolari tra cui uno relativo proprio a Mourinho e a CR7: "Una volta rimasi davvero sbalordito dalla reazione rabbiosa di Mourinho nei confronti di Cristiano Ronaldo", inizia così il racconto del regista croato che è poi entrato nei dettagli: "Fu durante una partita di Coppa di Spagna del 2013 in cui stavamo vincendo 2-0: un terzino avversario andò in profondità sul versante sinistro del nostro schieramento, Ronaldo non lo seguì e Mourinho gli gridò nervosamente di marcarlo. Ad azione ormai conclusa, il mister continuò a lamentarsi. Ne nacque un vero e proprio litigio", le parole dell'ex giocatore del Tottenham".

Finita qui? Nemmeno per sogno, dato che una volta arrivati nello spogliatoio i due si sono affrontati a muso duro con lo Special One irritato nei confronti dell'ex Sporting Lisbona e Manchester United: "Quando arrivammo negli spogliatoio, Ronaldo era disperato, quasi sul punto di piangere, e disse "Io faccio del mio meglio e lui continua a criticarmi". Poi entrò José che si mise al centro dello spogliatoio e rinfacciò con rabbia a Ronaldo di non essere stato responsabile durante la partita. Gli animi si scaldarono e ad un certo punto i compagni dovettero intervenire. Mourinho è così, ha delle reazioni sanguigne e non la manda a dire, non importa di chi si tratta".

Mourinho nei suoi tre anni a Madrid ha messo in bacheca tre titoli: una Liga, una Coppa di Spagna e una Supercoppa di Spagna senza però mai incidere in Champions League con i blancos che la misero in bacheca nel 2013-2014 con in panchina Carlo Ancelotti che subentrò proprio allo Special One capace di vincere due Champions League in carriera con Porto e Inter. All'interno del libro, il pallone d'oro nel 2018 ha poi toccato tanti altri argomenti tra cui anche Francesco Totti e Gianluigi Buffon legato al rigore assegnato al Real Madrid a tempo ormai scaduto che eliminò di fatto dalla Champions League la Juventus con il numero uno bianconero che fu espulso per le eccessive proteste.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.