Prima al mondo 2019. Larissa, salto record. È la figlia di Fiona May

Ventidue giugno duemiladiciannove come il ventidue giugno duemiladiciotto. Un anno dopo esatto non è cambiato assolutamente niente. Un anno dopo esatto è la medesima esplosione di gioia. «Mi sembra impossibile, non riesco a realizzare cosa ho fatto». Non sta nella pelle Larissa Iachipino, figlia di mamma Fiona May, saltando come un grillo sul tartan dei campionati italiani allievi di Agropoli, Salerno. Il suo stratosferico balzo di 6.64 metri le vale il record nazionale under 18 e under 20 del lungo e l'ottava misura all-time, nonché migliore prestazione mondiale junior dell'anno. Un exploit ottenuto all'ultimo tentativo disponibile.

Come Filippo Tortu, che un anno fa diventava il primo italiano a rompere la barriera dei 10, anche Larissa, con le dovute proporzioni, entra nella storia dell'atletica azzurra. Nessuna, infatti, aveva mai saltato così lontano. Neppure mamma Fiona, due titoli iridati e due argenti olimpici nel lungo, che a sedici anni, alla stessa età della figlia, saltava solo 6,27 metri. Ora che Larissa l'ha battuta, per la doppia figlia d'arte il papà Gianni Iachipino è stato primatista italiano dell'asta , che milita nell'Atletica Firenze e si allena alla corte di Gianni Cecconi e Ilaria Ceccarelli, ogni traguardo è un nuovo punto di partenza. Ne ha fatta di strada la bimba che oltre dieci anni fa mangiava cioccolato in uno spot pubblicitario insieme alla madre. Ora per miss Iachipino si prospetta un balzo tra le grandi. Larissa salta. Eccome se salta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

rokbat

Dom, 23/06/2019 - 10:06

"Papà" non ha l'aria di essere tanto contento !