Napoli, Gattuso: "La squadra non sta bene mentalmente"

Gattuso ha cancellato il giorno di riposo all'indomani della sconfitta subita dal suo Napoli contro il Parma: "Dobbiamo ritrovare la serenità perduta"

Esordio amaro, amarissimo per Gennaro Ivan Gattuso sulla panchina del Napoli. Gli azzurri sono stati infatti sconfitti per 2-1, al 93', dal Parma di Roberto D'Aversa che ha avuto la meglio al termine di un match meglio giocato rispetto ai padroni di casa che sono apparsi involuti e in crisi. Al termine della sfida del San Paolo l'ex allenatore del Milan ha dato la sua impressione sul suo Napoli: "Questa squadra non sta bene mentalmente".

Il neo tecnico azzurro ha poi continuato: "Dobbiamo ritrovare serenità, i giocatori sono fortissimi, ma il momento è così. Ho visto anche cose positive, ma la squadra è in sofferenza perché non vince da 50 giorni e deve trovare un equilibrio che al momento non c’è". Gattuso ha poi commentato i fischi riservati allo scugnizzo Lorenzo Insigne: "I fischi a Lorenzo? Il problema non è lui, non ha giocato male solo lui. Questa squadra è sempre stata seconda-terza e ora fa fatica. Ci sta anche che la gente fischi. Dobbiamo tornare a fare le cose con entusiasmo".

Infine, l'ex tecnico di Palermo, Ofi Creta, Pisa ha fatto un parallelismo con il Milan che ereditò da Vincenzo Montella: "Quella squadra veniva da 4-5 anni con problemi, qui sta succedendo qualcosa di nuovo perché i risultati degli ultimi anni sono stati buoni. Quarto posto? Più che pensare a quello in questo momento dobbiamo lavorare per migliorarci e pensare partita dopo partita”.

I partenopei hanno messo insieme solo 21 punti nelle prime 16 giornate disputate frutto di cinque vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte, il peggior avvio da quando il Napoli è tornato a giocare nella massima serie dopo l'inferno di serie C e B. Gattuso ha cancellato il giorno di riposo, previsto per oggi, ed ha convocato tutta la squadra a rapporto al centro di allenamento di Castel Volturno.

Oltre alla sconfitta il Napoli ha dovuto incassare anche l'infortunio muscolare del colosso Kalidou Koulibaly che pare abbia rimediato un stiramento alla coscia e salterà sicuramente l'ultima partita di questo 2019 e rischia anche di saltare il big match del 6 gennaio contro l'Inter di Antonio Conte visto che per smaltire uno stiramento servono almeno tre settimane di stop. Piove sul bagnato in casa Napoli e ora toccherà a Gattuso risollevare la squadra dalle sabbie mobili: il quarto posto e la conquista della Champios League è fondamentale per il club partenopeo.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Libero 38

Dom, 15/12/2019 - 13:32

Poverino. Si era illuso che le sue mucche andavano a pascolare senza pastore.

Malacappa

Dom, 15/12/2019 - 17:22

M a veramente c'e' qualcuno che crede che codesto individuo e' un tecnico

alfonso cucitro

Lun, 16/12/2019 - 08:13

Senza nulla da addebitare a ringhio,visto ha ha preso in mano la squadra da soli 2 giorni,nella partita di sabato si è visto ampiamente la voglia e la determinazione della squadra. Oltre ai problemi sorti tra giocatori e società penso che le cose non vadano bene neanche nello spogliatoio e in campo le varie situazioni lo confermano. Colui che da napoletano e capitano dell squadra si dovrebbe pretendere di unire i giocatori da vero leader,invece ognuno va per conto suo.