"L'arma in più" Perisic punge l'Inter

Il croato ha alzato la voce nei confronti della società al termine di Juventus-Inter: "Il mio futuro qui? Non lo so ancora. Non si aspetta l'ultimo momento con i giocatori importanti..."

"L'arma in più" Perisic punge l'Inter

Il siluro di Ivan Perisic alla dirigenza dell'Inter ha un po' turbato la serata dei tifosi nerazzurri per via del rinnovo di contratto, in scadenza il 30 giugno del 2022, che tarda ad arrivare. Al termine della finale di Coppa Italia vinta dai nerazzuri contro la Juventus, il giocatore croato, premiato come migliore in campo (non solo per i due gol realizzati) si è tolto un macigno dalla scarpa: "Il mio futuro qui? Non lo so ancora - ha detto ai microfoni di Sportmediaset -. Non si parla così con i giocatori importanti. Non si aspetta l'ultimo momento. Anche questo è vero e dovete saperlo". Il croato ha poi caricato l'ambiente in vista delle due ultime partite di campionato:"Dobbiamo solo continuare così. Ci sono due finali. Se ci crediamo? Certo, sempre, bisogna vincere e aspettare perché nel calcio può accadere di tutto..."

Giocatore fondamentale

Perisic è alla sua sesta stagione con la maglia dell'Inter, con un anno di stop, nel 2019-2020 ha infatti vestito la maglia del Bayern Monaco (in prestito) vincendo anche la Champions League. Il 33enne croato nelle ultime due stagioni è stato il migliore tra le fila dei nerazzurri per le sue sgroppate sulla fascia, il suo indomito spirito di squadra e di sacrificio, i suoi gol e gli assist: effettivamente arrivare a fine stagione senza avergli rinnovato il contratto è un grande rischio corso dall'Inter, che può perderlo a parametro zero.

Arrigo Sacchi dalle colonne della Gazzetta dello Sport ha esaltato le qualità del croato, la cui grande forza è quella di saper calciare indistintamente con entrambi i piedi: destro sul rigore, sinistro sul gol all'incrocio. Perisic è anche abile di testa con una grande elevazione e il suo fisico si sposa proprio con quello del calciatore moderno capace di fare più cose. 47 presenze stagionali e 9 reti al suo attivo in tutte le competizioni e ancora non è finita qui dato che mancano due giorante alla fine del campionato. 252 presenze totali e 54 reti in sei stagioni in nerazzurro per un giocatore fondamentale che soprattutto nelle ultime due stagioni ha dato il meglio di sè. Il 23 maggio è fissato l'incontro per il rinnovo sperando che la situazione non sia già compromessa.

Commenti