"Non siamo scesi in campo", Pirlo furioso. Ma è lui l'uomo in meno della Juventus

Schemi di gioco confusi, poca fluidità in mezzo al campo e pochi spunti sulle fasce: Pirlo non riesce a cambiare volto alla Juventus. Ecco perché è lui l'uomo in meno

"Noi non siamo neanche scesi in campo e siamo stati troppo passivi. Abbiamo sbagliato l'atteggiamento fin dai primi minuti. Se non hai rabbia e determinazione per vincere i duelli diventa difficile", questo il commento a fine partita di Andrea Pirlo per commentare la prestazione della sua Juventus contro l'Inter di Antonio Conte. I nerazzurri hanno letteralmente dominato e il punteggio finale di 2-0 non rende bene l'idea del grande divario tecnico-tattico tra le due squadre nella serata di San Siro.

Andrea Pirlo, ai microfoni di Sky, è poi tornato ad analizzare i motivi per cui la sua Juventus non ha reso secondo le aspettative giocando una partita anonima e con ben pochi sufficienti: "I motivi? Avevamo paura del gioco d'attacco dell'Inter, abbiamo pensato solo alla fase difensiva e non l'abbiamo fatto neanche troppo aggressivamente. È una brutta sconfitta, che non ci aspettavamo. Non potevamo fare una partita peggiore di così, ma ora dobbiamo pensare alla Supercoppa, mercoledì ci attende una finale".

"In queste partite bisogna mettere la stessa foga degli avversari per giocarsela, le qualità individuali vengono dopo. Noi non l'abbiamo fatto", questa la conclusione del mister bianconero al termine di una partita persa con ampio merito dalla sua squadra. La Juventus non è mai riuscita a dare fastidio all'Inter con i giocatori in campo spaesati e con poche idee per far male i nerazzurri: per questa ragione Pirlo è l'uomo in meno di oggi. Le assenze di Cuadrado, de Ligt, Alex Sandro e Dybala di certo pesano ma con tutte le valide alternative nella rosa bianconera sembra quasi un delitto appellarsi a queste.

Squadra confusa

La Juventus con il suo 4-4-2 non è mai riuscita a impensierire l'Inter con gli esterni alti Chiesa e soprattutto Ramsey bloccati e con Frabotta e Danilo spesso in balia degli esterni nerazzurri con il giovane terzino italiano preso nella morsa formata da Barella e Hakimi che hanno fatto saltare gli schemi bianconeri. I due centrali Bonucci e Chiellini hanno sofferto la fisicità e la mobilità di Lukaku e Lautaro Martinez mentre in mezzo al campo Rabiot e Bentancur sono stati in baila del trio Brozovic-Vidal-Barella.

In tutto questo, Pirlo ha provato ad apportare dei correttivi che non sono però serviti con gli ingressi di Kulusevski e McKennie che questa volta non hanno inciso come contro il Milan. In tutto questo anche Morata e CR7 hanno disputato una partita anonima completamente ingabbiati e arginati dal perfetto terzetto difensivo nerazzurro Skriniar-de Vrij-Bastoni. Conte, il maestro, ha dato una grande lezione all'allievo Pirlo che avrà tempo per migliorare e rifarsi: oggi, però, è stato lui l'uomo in meno della Juventus.

Nonostante la serataccia, l'allenatore bresciano non vuol parlare di ridimensionamento: "Le ambizioni rimangono le stesse, è un passo falso contro una grande squadra. È un peccato perché dovevamo portare avanti una striscia positiva, siamo la Juve e non doveva capitare, siamo stati troppo in balia delle loro giocate e poco attenti alle nostre".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Colomba

Lun, 18/01/2021 - 10:34

Ennesima, non necessaria smentita dell'equazione: ottimo giocatore=buon allenatore.

frabelli1

Lun, 18/01/2021 - 11:09

Se la faccia furiosa, arrabbiatissima di Pirlo vista nel dopo partita su Sky, beh la differenza tra quella e quando scherza è nulla. Non si capisce. Credo neppure i giocatori lo capiscano in campo perché lui, bisbiglia, parla sottovoce. Insomma se vuole altro i giocatori non lii ok sanno. Dicono che l’esperienza non conti. Ma lo dice chi non ne ha.

filoforte

Lun, 18/01/2021 - 12:20

Non si diventa allenatore dalla sera alla mattina

hectorre

Lun, 18/01/2021 - 13:36

come giocatore è stato unico ma vedere la sua faccia inespressiva a bordo campo è imbarazzante!!....non deve diventare come il tarantolato Simone Inzaghi ma semplicemente trasmettere un po’ di energia ad una squadra in difficoltà!!!!....ed eventualmente lasciare in panchina due o tre scarponi....

manson

Lun, 18/01/2021 - 13:43

Beneee e speriamo che per Suarez li sbattano fuori dal campionato

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 18/01/2021 - 13:50

18/01/2021: "Non siamo scesi in campo", Pirlo furioso. Ma è lui l'uomo in meno della Juventus; 31/12/2020: Pirlo sperimenta ma la Juventus non vince: è lui l'uomo in meno di oggi; 30/11/2020: "Manchiamo di personalità". Pirlo è l'uomo in meno di questa settimana; 26/10/2020: Pirlo sperimenta ma la Juventus non vince: è lui l'uomo in meno di oggi... un po' di fantasia nei titoli, no???

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 18/01/2021 - 14:22

Mi è sembrato di capire che l'arbitraggio di ieri sera sia stato un inutile ed ultimo tentativo per trattenere i cinesi che tanto hanno investito nel calcio italiano. Mi sembrano persone serie e responsabili. Dopo insistenti e deprimenti comportamenti della classe arbitrale prostrata ai voleri della Juve e le inutili multe comminate al presidente dell'Inter, questi si sono stancati e visto e considerato il marcio che trasuda in questo calcio a trazione Juve, beh hanno deciso di uscirne. Non sono venuti in Italia per farsi prendere in giro.

maurizio-macold

Lun, 18/01/2021 - 14:43

Pirlo allenatore e' stato un salto nel buio ed un minimo di gavetta era necessaria: magari poteva fare il secondo a Sarri o andare ad allenare in serie inferiori. Ma il problema vero della juventus e' un altro: Ronaldo. Tutta la squadra e' condizionata dal suo modo anarchico ed egoistico di stare in campo e per motivi di sponsor non e' sostituibile neanche quando, come ieri, il pallone "neppure lo strusciava". Se fossi nella dirigenza Juventus lo venderei gia' in questa sessione di mercato.

Malacappa

Lun, 18/01/2021 - 14:54

Non e' pirlo l'uomo in meno sono i giocatori strapagati e buoni a nulla col milan hanno vinto perche'gli mancavano giocatori importanti e che sudano la maglietta i fuoriclasse della juve invece.....

Klotz1960

Lun, 18/01/2021 - 15:00

Ronaldo costa uno sproposito e rende la squadra prevedibile, a centrocampo manca una guida o un regista, ed infine gli arbitri in questo campionato si stanno comportando degnamente. Porcherie stile Juve Atalanta dello scorso anno non si sono ancora viste.

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 18/01/2021 - 15:18

Ciclo finito. Acquisti inefficaci e sbagliati. Ronaldo sul viale del tramonto. Arbitro corretto. E perdi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 18/01/2021 - 15:33

@Dreamer_66 - invece di lamentarti vai a leggere il fatto quotidiano. Lì si che sono al tuo livello. Basta che non vieni qui quotidianmente a rompere i marroni.

Scurbatt

Lun, 18/01/2021 - 19:26

se hai una coppia difensiva che totalizza 70 anni, un allenatore che solo i media (succubi degli agnelli) definivano maestro, se hai uno strapagato che tira rigori e l'altra punta che fa solo falli e si lamenta di tutto (dai falli laterali, alle rimesse in gioco) e mettici anche un centrocampo di smidollati incapaci....hai una squadra che rischia di andare in europa league. Tranquilli, il maestro non può fare peggio di sarri, ma neanche fare come lippi e portarla a casa (ai rigori)

hectorre

Lun, 18/01/2021 - 19:49

Dreamer66.....l’arterio ormai galoppa, ti ricordo che ci sono cure prodigiose per curare la tua patologia!!!!....adesso critichi alche un banale articolo sul calcio!!!!.....vai su altre pagine, nessuno sentirà la tua mancanza!!!....che piombo di uomo!!!!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 19/01/2021 - 10:24

hectorre: dai...non piangere, non fare così! Mi sembra di vederti al bar dello sport insieme ai tuoi amici, a discutere di calcio fra uno spritz e un bianchino (zona arancione permettendo) e, con il ditino alzato e l'aria di chi la sa lunga, affermare: "quest'anno alla Giuve Pirlo è l'uomo in meno". :-D Giusto così... il punto è che a voi bananas un concetto elementare bisogna ripeterlo innumerevoli volte nei titoli per cacciarvelo in mente.