Roma corsara al Marassi: Genoa ko 3-2, immenso Totti

La Roma vince un’altra partita negli istanti finali e mette paura al Napoli di Maurizio Sarri che sarà impegnato proprio in questi minuti, al San Paolo, contro il l’Atalanta di Edy Reja

Roma corsara al Marassi: Genoa ko 3-2, immenso Totti

La Roma di Luciano Spalletti vince un’altra partita negli istanti finali e mette paura al Napoli di Maurizio Sarri che sarà impegnato proprio in questi minuti, al San Paolo, contro l’Atalanta di Edy Reja. I giallorossi si impongono per 3-2 a Marassi contro un ottimo Genoa che se l’è giocata davvero alla pari. I gol portano la firma di Salah al 7’ del primo tempo e dell’ex Tachtsidis al 14’. Nel secondo tempo vantaggio dei rossoblù con il gol da centravanti vero di Pavoletti. L’ingresso di Totti e Dzeko, però, scuote la Roma che trova il pari con il suo eterno capitano, su punizione, e la ribalta con la rete di uno dei tanti ex della partita, Stephan El Shaarawy che fulmina Lamanna al minuto numero 87. La Roma, però, è sempre un po’ pazza e rischia di subire la rete del pareggio all’ultimo secondo di partita ma è Szczesny a salvare tutto su Diego Capel. Roma che infiamma, così, la corsa al secondo posto e mette pressione al Napoli. Il Genoa, di contro, si è preparata nel migliore dei modi per il derby della Lanterna, del prossimo turno, contro la Sampdoria di Vincenzo Montella.

Primo tempo molto movimentato allo stadio Marassi dove Genoa e Roma si sono affrontate a viso apertissimo: le due squadre sono andate al riposo sul risultato di 1-1. Dopo un primo forcing rossoblù è arrivato il vantaggio della squadra giallorossa al 7’: in gol Salah su assist dell’ex, fischiatissimo, Diego Perotti. Monologo della Roma che con Nainggolan sfiora il raddoppio. Al 14’ però arriva il gol dell’ex: a siglarlo per il Grifone è Panagiotis Tachtsidis che con una rasoiata di sinistro punisce Szczesny. Da quel momento in poi si scatena il terzo ex della partita, ovvero il Faraone Stephan El Shaarawy che impegna Lamanna al 17 e al 20’. Al 24’ l’ex Milan reclama un rigore per fallo ai suoi danni di Izzo, Gervasoni lascia correre. Al 27’ risponde Pavoletti che su cross di Suso non riesce a inquadrare la porta. Al 32’ e al 38’ ancora due grandi occasioni per El Shaarawy ma Lamanna risponde sempre da campione dimostrando di avere un conto in sospeso con l’attaccante italo-egiziano. In mezzo a queste due grandi occasioni giallorosse c’è la bella parata di Szczesny su tiro al veleno di Suso. Secondo tempo ancora molto intenso, ricco di emozioni e di occasioni da gol. Inizia Suso che al 53’ spaventa il portiere polacco della Roma sparando un missile che si spegne sull’esterno della rete. Al 59’ ancora l’ex calciatore del Milan va vicino al gol ma il risultato rimane inchiodato sull’1-1. Al 63’ Digne impegna Lamanna con un tiro centrale ma al 66’ è la squadra di Gasperini a passare: zampata di Pavoletti, su assist di Rincon, che fulmina Szczesny portando in vantaggio il Grifone. Al 73’ Dzeko, entrato per Maicon, si libera bene in area e scarica un tiro deviato in calcio d’angolo. Al 77’ arriva il pareggio della Roma: punizione, contestata, magistrale di Totti che di potenza buca Lamanna: immortale il capitano della squadra giallorossa che all’80, ancora su punizione, impegna Lamanna con una rasoiata angolata di destro respinta dal portiere rossoblù. All’87’ arriva il vantaggio della Roma: altro gol dell’ex questa volta con Stephan El Shaarawy che, dopo tanti tiri verso la porta del Genoa, riesce ad insaccare dopo un assist perfetto di Dzeko. Non esulta il Faraone per via del suo passato nella squadra rossoblù. Al 94’ salva tutto Szczesny su Diego Capel tenendo inchiodato il risultato sul 3-2. Ottima prova della squadra di Gasperini che resta ferma all’undicesimo posto a quota 43 punti, mentre la Roma si porta, momentaneamente, al secondo posto a più uno sul Napoli in attesa che la squadra di Sarri giochi contro l’Atalanta alle ore 21.

Commenti