Ronaldinho e il trucco per sfuggire ai fan: un sosia fa le sue veci per selfie e autografi

Ronaldinho ha trovato un espediente per sfuggire ai troppi fan che lo assillano con foto e autografi: un sosia, già conosciuto a San Paolo, che posa al posto con i tifosi

Ronaldinho e il trucco per sfuggire ai fan: un sosia fa le sue veci per selfie e autografi

Ronaldinho ha sempre incantato e fatto parlare di se all'interno del rettangolo di gioco: ultimamente, però, l'ex fuoriclasse di Milan e Barcellona sta alimentando diverse voci circa la sua vita privata. Recentemente, infatti, è circolata la notizia che il 38enne di Porto Alegre sia al verde e con soli sei euro sul suo conto corrente. L'ex stella del Brasile, nel 2015, fu condannato insieme al fratello per abuso edilizio e crimine ambientale, per aver costruito una piattaforma di pesca e una darsena d'attracco per le loro barche sulla riva del fiume Guaìba, senza aver mai avuto alcun tipo di autorizzazione. Il mese scorso, il Tribunale di Giustizia dello Stato di Rio Grande do Sul ha stabilito la confisca dei passaporti di Ronaldinho e del fratello, anche se il Gaucho continua ad andare in giro per il mondo nonostante questa restrizione mai avvenuta per ora. Ronaldinho e il fratello, inoltre, sono stati condannati al pagamento di due milioni di euro per arrecato danno ambientale.

Nonostante questo, il classe '80 ha deciso di partecipare ad una partita d'esibizione organizzata da Falcao e Denilson ed ha incantato come al solito la platea con numeri e giocate fuori dal normale nonostante l'età e il ritiro avvenuto da quasi un anno. Al Ginasio do Ibirapuera di San Paolo, ha dato spettacolo davanti ad oltre 10.000 persone che hanno pagato il biglietto per ammirare le giocate dell'ex Barcellona. Alla fine del match, però, Ronaldinho ci ha messo meno di un minuto a fuggire in un'automobile, ancora vestito con la tenuta di gioco, per evitare l'orda di fan che avrebbero voluto farsi foto, selfie e farsi firmare autografi. In molti, però, sono stati "ingannati" dal suo sosia, una copia davvero spiccicata che ha fatto le veci dell'ex attaccante del Milan: questo personaggio però è già noto a San Paolo dato che ha spesso l'abitudine di prendere il posto del Gaucho per firmare autografi e fare foto spacciandosi per il Ronaldinho originale.

Commenti