Sacchi "smaschera" la Juventus: "Puntare tutto su di lui? Non paga..."

Sacchi ha commentato le prestazioni di Inter, Milan e Juventus soffermandosi sul momento di difficoltà dei bianconeri: "Maradona non ha mai vinto una Coppa dei Campioni, e di sicuro non era inferiore al portoghese"

Sacchi "smaschera" la Juventus: "Puntare tutto su di lui? Non paga..."

Arrigo Sacchi è stato uno degli allenatori più innovativi della storia del calcio italiano e anche uno dei più vincenti. L'ex tecnico di Fusignano ha scritto pagine importantissime con il Milan vincendo diversi titoli tra cui due coppe dei campioni, due supercoppe europee e due coppe intercontinentali. Nel giorno del suo 75esimo compleanno, Sacchi ha dato i voti a Inter, Milan e Juventus in questa stagione ai microfoni di Sportmediaset bacchettando i bianconeri. La lotta scudetto e soprattutto quella Champions League è ancora serrata con le ultime 10 giornate che saranno decisive per stabilire chi si cucirà il tricolore sul petto, chi giocherà nella coppa nobile e chi dovrà invece accontentarsi di disputare l'Europa League.

L'affondo di Arrigo

Sacchi ha sempre avuto a cuore il gioco di squadra, il collettivo ed ha sempre odiato gli individualismi. Per questa ragione ecco la puntura a Cristiano Ronaldo e alla Juventus: "Un giocatore da solo non fa mai una squadra intera, il calcio è uno sport di collettivo, non bisogna trasformarlo in sport individuale. Non ha mai pagato puntare su un solo giocatore. Per dire: Maradona non ha mai vinto una Coppa dei Campioni, e di sicuro non era inferiore al portoghese (CR7; ndr)".

Gli elogi

L'ex allenatore del Milan ha poi elogiato Stefano Pioli, il suo gioco e ha anche esaltato la figura di Zlatan Ibrahimovic su sui in passato si era spesso espresso diversamente dato che lo svedese non era uomo squadra come lo è oggi: "Conosco Stefano Pioli da tanto tempo, ed è un ragazzo d'oro. Nelle sue precedenti esperienze con altri club non era riuscito a dare un'identità precisa alle sue squadre, ora invece ci sta riuscendo. Cosa penso di Zlatan Ibrahimovic? Un grande giocatore che gioca per e con la squadra".

L'appunto

Sacchi ha poi fatto i complimenti all'Inter che nelle ultime 20 giornate di campionato ha messo insieme 17 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta, ha esaltato Antonio Conte (e non è la prima volta che lo fa pubblicamente) pur facendo un appunto alla squadra nearzzurra per quanto concerne la coralità del suo gioco: "Antonio è un grandissimo allenatore, oggi le ripartenze dei nerazzurri sono micidiali. Non è ancora arrivato a coinvolgere nella fase difensiva come nella fase offensiva tutti gli undici giocatori: quando ci riuscirà, diventerà dura per tutti. Conte dà la vita per il calcio".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento