San Siro trema: per il derby 2000 posti in meno

Il Meazza si presenterà al prossimo derby della Madonnina con un deficit di posti: il terzo anello della Curva Nord e Sud è stato coperto da teloni perchè inagibile

Mancano 20 giorni al derby della Madonnina e San Siro trema. Non è uno scherzo: per Milan-Inter, infatti, ci saranno 2200 posti in meno, pertanto non potrà registrarsi il sold out. Sì, perché al Meazza è allerta vibrazioni, tanto che il terzo anello sia della Curva Nord che della Sud è coperto da teloni. I posti in meno sono per l’esattezza 1100 per parte, da entrambi i lati. La misura di sicurezza è scaturita da una decisione della commissione provinciale di vigilanza in accordo col comune di Milano. Il comitato di sicurezza dello stadio ha coperto i posti perché ritenuti inagibili: resteranno così per tutta la stagione e solo dalla prossima estate si procederà alla risoluzione del caso.

Il problema non è recente, era già stato sollevato ad aprile scorso, subito dopo Inter-Atalanta, match durante il quale erano state registrate vibrazioni anomale, che addirittura avrebbero portato all'oscillazione dello stadio. La misura non è prettamente di sicurezza, ma piuttosto gestionale, la commissione infatti avrebbe deciso di chiudere i settori in cui i movimenti della struttura sono avvertiti maggiornamente dagli spettatori, malgrado non ci siano rischi concreti dal punto di vista strutturale (almeno stando ai rilievi). Intanto prima che si decida sul nuovo stadio per le milanesi, comune e commissione si sono già adoperati per trovare una soluzione concreta, sempre a partire dalla prossima stagione, per far registrare il tutto esaurito a San Siro. L'attuale chiusura dei settori è valida sia per le partite di calcio, che per tutte le altre manifestazioni, come i concerti, altro evento must a San Siro, come l'attesissimo e imminente derby di Milano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.