"Fenomeno del c...": lite durissima Conte-Lautaro

Antonio Conte ha sostituito Lautaro Martinez al 77' di Inter-Roma con l'argentino che non l'ha presa bene uscendo dal campo nervoso e calciando una bottiglietta. Il tecnico leccese lo gela

"Fenomeno del c...": lite durissima Conte-Lautaro

Minuto 77 di Inter-Roma sul risultato di 2-1 in favore dei nerazzurri: Antonio Conte opta per una sostituzione, fuori Lautaro Martinez già subentrato ad Alexis Sanchez al 35' del primo tempo e dentro Andrea Pinamonti e fino a qui niente di strano. L'argentino, però, uscendo dal campo ha dimostrato di non averla presa affatto bene dato che ha prima tirato un'occhiataccia al suo allenatore per poi sfogare la sua rabbia contro una bottiglietta prima di sedersi in panchina abbastanza irritato per essere stato tolto dal campo nonostante fosse entrato a gara in corso.

Reazione da fenomeno

Antonio Conte, però, non ha chiuso un occhio e ha replicato a muso duro al suo giocatore reo di non aver portato rispetto alla sua scelta di toglierlo dal campo perché, secondo quanto riportato dal vice del tecnico leccese Stellini, non stava tenendo bene il campo. "Porta rispetto, con chi ce l’hai tu? Mai più queste reazioni, fenomeno del c...". Nemmeno Lele Oriali è riuscito a placare questa piccola diatriba che però dimostra come sia Conte, che Latuaro che tutta la rosa tengano a chiudere al meglio la stagione, a segnare più gol degli avversari e superare quota 90 punti.

Grazie a Conte

Pochi giorni fa proprio il Toro aveva rilasciato una lunga intervista a Libero incensando il suo allenatore e precisando: "Con Conte on sono mai liti, al limite discussioni. Le discussioni servono per crescere e lui cerca sempre di tirare fuori il massimo da ognuno, anche in allenamento. Vive il calcio in maniera speciale, mi ha chiamato dopo la Coppa America e ci siamo subito capiti. Mi ha fatto crescere molto…. Speriamo che rimanga, in questi due anni abbiamo tutti fatto dei grandi passi avanti. Lui mi piace, ma se anche va via io sono un giocatore dell’Inter e continuerò a lavorare per l’Inter", ecco quela avvenuta ieri sera contro la Roma è stato uno di questi isolati episodi di questi due anni di Conte all'Inter. Chissà se contro la Juventus il 23enne argentino vedrà il campo o se Conte se la legherà al dito affiancando a Lukaku uno tra Pinamonti e Sanchez se dovesse recuperare dall'infortunio.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?