Sinner, sull'erba diventata amica la sfida più dura con Djokovic

L'appuntamento è per oggi alle 14.30 sul Centrale di Wimbledon quando Jannik Sinner vuol continuare a sognare affrontando il migliore di tutti delle ultime tre edizioni

Sinner, sull'erba diventata amica la sfida più dura con Djokovic

L'appuntamento è per oggi alle 14.30 sul Centrale di Wimbledon quando Jannik Sinner vuol continuare a sognare affrontando il migliore di tutti delle ultime tre edizioni. Novak Djokovic (attuale n.3 del mondo), imbattuto da tempo sul grass britannico, se la vedrà con chi può essere ritenuto una sorta di successore per stile di gioco. Gli appassionati di tennis italiani sperano che vi possa essere sul prato di Church Road della capitale inglese lo stesso passaggio di consegne del 2001 tra Pete Sampras e Roger Federer, quando il re americano dovette abdicare. Favori del pronostico tutti per Nole, considerando la quota del successo del serbo pari a 1.12, mentre quella dell'altoatesino è di 6.00. Jannik ha già recitato questo ruolo contro Carlos Alcaraz. Accadrà anche oggi? Di sicuro c'è che nel bilancio dei precedenti Djokovic sia in vantaggio 1-0 con la vittoria sul rosso di Montecarlo del 2021. Saranno necessarie percentuali di prime di servizio in campo molto alte e un rendimento con il fondamentale alla stessa stregua delle ultime due partite, vinte senza concedere alcun break ai rivali. Nei quarti, ieri, ha staccato il biglietto anche l'eccentrico Nick Kyrgios, vittorioso per 4-6, 6-4, 7-6, 3-6, 6-2 in poco più di tre ore contro il solido Nakashima. Una partita complicata per una spalla destra che non pochi problemi ha dato all'australiano, tornato in un turno del genere negli Slam a sette anni e mezzo dall'ultima volta (Australian Open 2015). Sulla sua strada ci sarà il terraiolo cileno Garin e l'estroso Kyrgios potrebbe confermarsi autentica mina vagante del tabellone. Qualificato per i quarti anche Rafa Nadal, dove affronterà lo statunitense Taylor Fritz numero 11 del tabellone, battendo in tre set l'olandese Botic Van De Zandschulp (6-4, 6-2, 7-6).

Commenti