Siparietto Conte: "Ha sentito le parole di Agnelli?", e il tecnico dell'Inter se ne va

Antonio Conte sente particolarmente la sfida contro la Juventus che può valere una buona fetta di scudetto. L'allenatore dell'Inter nel post Ludogorets ha preferito non rispondere ad una domanda su Agnelli

Siparietto Conte: "Ha sentito le parole di Agnelli?", e il tecnico dell'Inter se ne va

L'Inter di Antonio Conte ha ottenuto quello che voleva e con il minimo sforzo: qualificazione agli ottavi di finale di Europa League senza spremersi troppo contro i bulgari del Ludogorets sconfitti con il risultato di 2-1 grazie ai gol di Cristiano Biraghi e Romelu Lukaku. L'allenatore salentino ha dunque commentato la situazione surreale di dover giocare a porte chiuse per via del coronavirus: "Sembrava un allenamento, giocare a porte chiuse ha creato un’atmosfera molto strana, bravi i ragazzi a rimettere subito le cose a posto dopo il gol subìto".

Conte si è poi mostrato felice perché ha potuto far rifiatare alcuni titolari potendo invece concedere minuti a chi invece gioca di meno per svariate ragioni: "Abbiamo dato minuti a qualche giocatore che ne aveva bisogno, quindi prendiamo molte cose positive da questo doppio turno. Tra l’altro il rinvio con la Sampdoria ci ha dato l’opportunità di provare cose nuove, sia dall’inizio che a gara in corso".

Domenica sera in un Allianz Stadium deserto l'Inter giocherà la sfida scudetto contro la Juventus di Maurizio Sarri con Conte che sa come questa sia una partita fondamentale: "Quella di domenica sarà una gara importante, alla fine di questo ciclo già iniziato capiremo quanto ci manca per essere al livello che ci permetterebbe di vincere". L'ex allenatore del Chelsea ha poi continuato: "Credo sia giusto che l’Inter competa per vincere in tutte le competizioni che disputa, anche se da quasi 10 anni questa società non porta a casa trofei. Vincere non è mai semplice, tanti non sanno che percorso bisogna fare per arrivare a farlo".

Una domanda "scomoda"?

Nei giorni scorsi Andrea Agnelli in una lunga intervista a Radio 24 ha parlato della sfida scudetto Juventus-Inter e proprio di Conte che ha vestito sia i panni di giocatore della Juventus per tanti anni che di allenatore per tre stagioni. Il numero uno della Juventus aveva affermato:"Conte? Noi guardiamo chi prendere, non chi non prendere. Conte è una bandiera juventina, Conte è la Juventus, ha vinto la Champions con noi. Con Antonio il rapporto è cordiale e disteso, sono professionisti e lui ha scelto di provare a vincere con l'Inter". L'ex ct della nazionale italiana evidentemente sente molto la partita e alla domanda: "Avrà sentito le parole di Agnelli?" ha commentato con un laconico "Sì, ciao, ciao", si è tolto l'auricolare e se n'è andato via a testimonianza di come senta particolarmente la sfida contro il suo passato.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?