La Spagna insulta Valentino

La Spagna, sempre fortemente nazionalista anche nello sport, difende i suoi campioni e attacca Valentino Rossi, sostenendo che "non sa perdere", all’indomani della gara di Valencia, costata il titolo al "Dottore", che ha denunciato il ’biscottone dei rivali iberici

La Spagna insulta Valentino

La Spagna, sempre fortemente nazionalista anche nello sport, difende i suoi campioni e attacca Valentino Rossi, sostenendo che "non sa perdere", all’indomani della gara di Valencia, costata il titolo al ’Dottore", che ha denunciato il ’biscottone dei rivali iberici. La stampa madrilena osanna Jorge Lorenzo e attacca Valentino. Abc, tradizionalmente su posizioni nazionaliste, sostiene che Rossi "perde male e sporca il titolo di Lorenzo, attaccando Marquez". Marca in prima pagina titola "El Rey Jorge!" e
definisce Rossi "Un mito nel fango".

"Vittoria impeccabile del maiorchino: ’non poteva finire meglio, siamo spagnoli e il titolo resta quì" titola As, che parla di "rabbia infantile" di Rossi. "Lorenzo è ’pentacampeon’ e Rossi perde male" scrive il quotidiano sportivo di Madrid. I suoi lettori però non sono d’accordo. Alla domanda se Marquez avesse veramente aiutato il connazionale ai danni del ’Dottorè, così come sostenuto da Valentino, il 51,2% ha risposto sì contro il 48,7% di no. Di parere opposto i lettori del generalista El Pais, che al 79% ritengono che Rossi sbagli a prendersela con gli spagnoli. Una volta tanto anche la stampa catalana è d’accordo con quella madrilena. Sport spiega che "Rossi muore uccidendo gli avversari e La Vanguardia afferma che "La leggenda cambia mano", che "Valentino perde male" e che "L’Italia ingoia rabbia".

Commenti