Super Bowl, vince la noia in campo e sul palco: Tom Brady e i New England Patriots da leggenda

Serata storica per i New England Patriots e per Tom Brady, il più anziano quarter back a vincere il Super Bowl in una finale tecnicamente molto deludente e con la criticata esibizione dei Maroon 5

Super Bowl, vince la noia in campo e sul palco: Tom Brady e i New England Patriots da leggenda

Serata storica per i New England Patriots, che si aggiudicano la 53esima edizione del Super Bowl, piegando i Los Angeles Rams 13-3 al Mercedes Benz Stadium di Atlanta e per Tom Brady, che con il suo sesto anello, diventa a 41 anni il più anziano quarterback della storia a conquistare il titolo.

Per vincere ai Patriots è bastato soltanto un touch down, in una partita per niente spettacolare che passerà alla storia come il Super Bowl con il punteggio più basso di sempre. Un ultimo atto davvero deludente, in cui a dominare sono soprattutto le difese, a dispetto di quello che avrebbe dovuto essere il confronto generazionale tra Tom Brady e Jared Goff, che fallisce l'appuntamento più importante della sua giovane carriera, dimostrandosi ancora acerbo per il previsto passaggio di consegne. Una finalissima tecnicamente deludente con poche scelte corrette da parte dei due Qb, tanta tensione e il record negativo di nessun touch down nei primi tre quarti per la prima volta nella storia.

Poche emozioni e tante polemiche invece nell’Halftime Show con l'esibizione dei Maroon 5. La band americana ha rifiutato l’invito di Roger Waters di inginocchiarsi sul palco in segno di solidarietà per Colin Kaepernick, giocatore che nel 2016 rifiutò di alzarsi prima dell’inizio di una partita, durante l’esecuzione dell’inno nazionale americano, in segno di protesta contro le ingiustizie e le discriminazioni razziali e anche contro i metodi brutali utilizzati spesso dalla polizia nei confronti delle persone di colore. Adam Levine, non si è inginocchiato ma, in compenso si è tolto la maglietta mostrando il suo petto tatuato e muscoloso durante l’esecuzione di “Moves Like Jaggers'', scatenando innumerevoli critiche sul web.

Il gioco riprende e la reazione dei Rams tarda ad arrivare. Si arriva così all'ultimo quarto e a chiudere definitivamente i conti per i Patriots ci pensano Brady e Michel: il quarterback inventa e il running back sfonda, realizzando il primo e ultimo touchdown della partita. Gostkowski piazza tra i pali, gli ultimi tre punti per New England. Brady raggiunge un leggendario record e può festeggiare insieme alla moglie Gisele Bundchen e ai quattro figli una vittoria storica per i New England Patriots, che raggiungono con sei titoli i Pittsburgh Steleers in testa all'albo d'oro Nfl.

Commenti