Tentazione Uefa. Europeo fisso in un solo Paese. Beffa per l'Italia?

La soffiata di Kalle Rummenigge a proposito della tentazione Uefa di cancellare la formula impegnativa dell'europeo di calcio, itinerante ha già provocato qualche scossone negli uffici di Nyon

La soffiata di Kalle Rummenigge a proposito della tentazione Uefa di cancellare, per la prossima estate, la formula impegnativa dell'europeo di calcio, itinerante, e di proporre invece la sede unica, ha già provocato qualche scossone negli uffici di Nyon. Significa rivoluzionare l'organizzazione: alberghi e voli da prenotare per non parlare degli impianti da ispezionare. Scoperto invece lo scopo della tentazione: battezzare eventualmente un paese che abbia i due requisiti essenziali per il cambiamento improvviso. Il primo è il sogno di riaprire gli stadi con la possibilità di consentire l'accesso al pubblico calcolato tra il 30 e il 60% della capienza. Sarebbe davvero, per il vecchio continente, l'immagine simbolo del ritorno a una probabile normalità subito dopo la distribuzione del vaccino. Il secondo obiettivo è figlio di queste settimane colme d'angoscia sul fronte della pandemia: trasferire in blocco tutta la carovana in un paese risparmiato in qualche misura dal virus. Anche in questo caso però la scelta dovrebbe puntare su paesi che godono contemporaneamente di stadi moderni e già collaudati tipo Germania e Inghilterra che al momento risultano compromessi dai numeri allarmanti del contagio.

Solo la Russia, reduce dal mondiale del 2018, avrebbe qualche chance. È ancora presto per discuterne ma il tempo utile per cambiare formula e destinazione all'europeo di metà giugno non è infinito. Entro marzo bisognerà decidere: confermare il piano a o puntare su quello B. Anche perché nel frattempo, molte federazioni, tipo quella italiana, hanno già nel cassetto iniziative di natura commerciale per sfruttare al meglio l'avvenimento. Pensate per esempio a Roma, designata nella formula originaria, quale sede per le tre partite disputate dalla Nazionale di Roberto Mancini. Il calendario offre l'opportunità di aprire casa Italia, con richiamo per sponsor e fornitori, radunare eventualmente tifosi, organizzare eventi sullo schema solito rimettendo in moto una macchina rimasta per molti mesi ferma ai box.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.