Tevez, 3 minuti di follia. Gol ed espulsione col Boca

Il Boca Juniors vince 3-0 nell'ultima giornata di campionato. Protagonista della partita Tevez, che segna e poi si fa espellere dal campo

Tevez, 3 minuti di follia. Gol ed espulsione col Boca

Gol, spettacolo e un cartellino rosso. Si può riassumere così la giornata di Carlitos Tevez, protagonista discutibile dell'ultima giornata di campionato argentino.

Tre minuti di follia

Genio e sregolatezza avrebbero detto i commentatori di una volta. Una definizione che calza a pennello a Carlitos. Da sempre a cavallo tra un colpo spettacolare e uno di testa. Sia chiaro, quest'ultimo non è un gesto tecnico.

Allo Estadio Alberto J. Armando fi Buenos Aires, anche conosciuto come La Bombonera, va in onda il Carlitos Tevez show. Il Boca Juniors, attuale squadra in cui milita l'ex Juventus, affronta il Belgrano. A sbloccare la marcature è proprio Tevez che rompe un digiuno che andava avanti dal maggio scorso quando siglò la rete, in coppa Libertadores, contro il Cerro Porteno.

Il gol porta avanti il Boca: un bel destro al 33' dopo una cavalcata di 20 metri. Rete di pregevole fattura, ma rovinata pochi minuti dopo. Per la precisione 3. Al 36', l'argentino commette un fallaccio su Lema: l'arbitro estrae il giallo. Tevez non ci vede più e perde la testa. "Quella t...a di tua sorella!" urla in direzione del direttore di gara German Delfino.

L'arbitro sgrana gli occhi ed estre il cartellino rosso. L'Apache deve uscire dal campo e abbandonare i suoi. Fortunatamente, la gara rimane in mano ai padroni di casa, che chiudono il match col punteggio di 3 a 0. In rete Pavon (46’) e Fabra (84’). Ora Tevez però rischia grosso: dalle 3 alle 12 giornate di sospensione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti