Tortu fa tremare, salta la finale. Vince Jacobs

Filippo: "Solo un fastidio, stop precauzionale". Bogliolo prima negli ostacoli

«Ma che colore ha una giornata uggiosa?» cantava Lucio Battisti. A Padova, sede degli Assoluti di atletica leggera, domina il grigio. Perché il cielo è coperto e c'è vento e perché è saltato il duello tra Filippo Tortu e Marcell Jacobs nella gara veloce. Tortu, primatista italiano dei 100 metri con 999, ha infatti rinunciato alla finale a scopo precauzionale. «Ha sentito tirare il gluteo» si viene a sapere pochi istanti prima dell'ultimo atto, poi vinto con un 1010 ventoso (+3,3) da un Jacobs spiazzato dal forfait improvviso del rivale. «Mi è dispiaciuto fa sapere l'azzurro originario del Texas, autore di 1044 in semifinale -, volevo la rivincita, ma ci saranno tante altre occasioni. Spero stia bene». Tortu ha poi rassicurato sulle sue condizioni: nessun infortunio. «In questi giorni rivelerà il brianzolo - avevo un fastidio alla gamba. Mi sono detto: in caso di problemi dopo la semi (corsa in 1041, ndr), meglio non rischiare. È stata la decisione più difficile della mia carriera, presa una volta messe le scarpe e iniziato a riscaldarmi. Ma è una stagione strana e va chiusa senza infortuni». Probabile rivincita tra i due sprinter azzurri il 17 settembre al Golden Gala.

Vince il titolo pure Larissa Iapichino: dopo il 6,80 di Savona che l'ha trasformata nella seconda azzurra di sempre alle spalle della mamma Fiona May, la figlia d'arte stavolta si accontenta di 6,32 metri nel lungo.

Vittorie nell'alto per Gianmarco Tamberi e per Luminosa Bogliolo nei 100 ostacoli: il marchigiano salta fino a 2,28 metri senza errori, ma poi sbaglia per tre volte il 2,31 con cui avrebbe eguagliato il primato stagionale; la ligure, invece, corre in 1302 e vince il titolo italiano così come il fidanzato Lorenzo Perini.

Non solo figlie d'arte come Iapichino, ora ci sono anche le nipoti d'arte. Già, parliamo della baby Rachele Mori, che a soli 17 anni (da allieva) ha chiuso seconda la gara del martello. Per la livornese nipote del campione del mondo di Siviglia 1999 dei 400hs Fabrizio Mori, c'è il record italiano under 20 nonché ottavo posto all time.

Una giornata senza lampi quella di Padova. Nei 100 metri da segnalare, oltre al forfait di Tortu, l'infortunio in batteria di Luca Lai.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.