Sport

Us Open: benzina finita per Nishikori, domina Cilic

Negli US Open di Flushing Meadows trionfa il croato Marin Cilic, che batte il giapponese Nishikori con un triplo 6  3 e si aggiudica per la prima volta un torneo dello slam. Gioia anche in tribuna per il suo coach, l'ex Campione Goran Ivanisevic

I due finalisti dello Us Open, in una delle finali più imprevedibili di sempre
I due finalisti dello Us Open, in una delle finali più imprevedibili di sempre

L'US Open si è concluso con una finale ed un vincitore inattesi, ma Marin Cilic è sicuramente un vincitore degno del titolo. Il giapponese Nishikori si è dovuto inchinare davanti al nativo di Medjugorje, che ha siglato un triplo 6 – 3 dominando il match fin dall'inizio.

Era uno scontro anche tra allenatori con Ivanisevic e Chang, che dopo essersi affrontati tante volte in campo, si ritrovavano ora a battagliare come coach, e per Ivanisevic, capace di tirare fuori il suo pupillo da una serie di dubbi dovuti ad una squalifica per doping, si è trattato di un trionfo. Cilic è arrivato in finale dopo aver battuto nell'ordine Simon, Berdych e Federer, ma anche Nishikori, primo tennista asiatico a raggiungere la finale in un torneo appartenente al grande slam, non è stato da meno, eliminando in semifinale il n° 1 del Mondo, il serbo Djokovic. La finale, però, è stata quasi a senso unico, con Cilic che ha ritrovato pienamente la fiducia nei suoi mezzi, riuscendo, grazie al suo coach, a affinare anche il suo gioco offensivo. Con questa vittoria il tennista croato sale al nono posto nella classifica mondiale, che era già stato suo nel corso del 2010.

Il Giapponese è arrivato stanco alla finale, dopo aver speso tutto nei turni precedenti per battere Raonic e Wawrinka, entrambi al limite dei 5 set, e poi Djokovic. La maggiore potenza di Cilic ha fatto il resto, insieme alla sua grande precisione in battuta. Nel primo set il break è arrivato sul 4 – 2, poi si è concluso 6 – 3 in soli 39 minuti, con Nishikori quasi alle corde. Il tennista nipponico ha cercato in tutte le maniere di restare nel match, avendo anche una serie di palle break che però non ha trasformato ed anche i restanti set sono volati via con lo stesso punteggio di 6 – 3, consegnando al Croato la più grande vittoria in carriera, e annunciando al Mondo del tennis l'arrivo di una serie di nuovi protagonisti, ai quali ben presto dovremo anche aggiungere Dimitrov e Kyrgios.

Commenti