Swing Hotels Cup: il successo di un torneo di golf organizzato da non golfisti

Dopo le sei tappe nei maggiori circoli romani, la competizione si è chiusa con la finale in Costa Smeralda. Tra i 950 partecipanti, diversi vip come Zeman, Rutelli e Carraro

Il golf è uno sport che sempre di più parla italiano. Conquista bambini ed anziani e dal mondo anglosassone, dove è diffuso dalle sue origini, ormai dilaga anche da noi.
Così, si moltiplicano in tutta Italia i campi da golf, i circoli e i tornei per un'attività sportiva che ormai non è più riservata ad una ristretta élite, com'era nei decenni passati.
Uno dei tanti segnali del nuovo appeal di questa disciplina è il successo ottenuto dalla prima edizione di un nuovo torneo romano: la Swing Hotels Cup.
Si tratta di un progetto innovativo, che è andato oltre ogni aspettativa, visto che non è stato organizzato da persone del settore golfistico, ma nasce dall'idea di un gruppo di manager alberghieri di Roma.
La competizione è stata, infatti, promossa e pianificata da Alan Fantetti, reservation manager dell'Hotel dei Mellini della capitale e Luca Berliti già affermato direttore d'albergo con il supporto del direttore generale dell'Hotel dei Mellini & Hotel dei Borgognoni di Roma, Nicola Rex.
Il torneo si è svolto in sei tappe nei grandi circoli capitolini e si è concluso quanche settimana fa al Pevero Golf Club, in Costa Smeralda.
Hanno partecipato più di 950 giocatori, tra i quali l'ex allenatore boemo Zdenek Zeman, l'ex sindaco di Roma Francesco Rutelli e Francesco Carraro, già ministro dello Spettacolo, sindaco di Roma e presidente della Federazione calcio (Fgc).
Molti partecipanti hanno cercato di superare le varie fasi per aggiudicarsi un posto per il Pevero Fun Trip, dove i finalisti sono stati accolti dall'Hotel Manager del Jaspe Grand Hotel Poltu Quatu, Anes Fejzagic, in un lussuoso albergo tra i più suggestivi della Sardegna.
«Il progetto - spiegano Alan Fantetti e Luca Berliti - ha visto unirsi più di 25 sponsor, geograficamente distribuiti in diverse regioni italiane, ma uniti dallo stesso interesse per il mondo del golf e delle opportunità che può offrire».
Fantetti, che per primo ha lanciato questa sfida, è partito dai principi della cooptazione, ossia unirsi anche al competitor per affrontare il mercato, trovare nuovi contatti, nuove opportunità di business e condividere costi di operazioni di comunicazione e pubbliche relazioni, che una singola azienda di dimensioni medio piccole non potrebbe mai affrontare.
L'idea è partita a luglio 2009, quando è stata presentata alla direzione generale dell'Hotel dei Mellini ed è stata subito approvata.
A questo punto. il progetto è stato sottoposto all'attenzione di numerosi sponsor, che hanno presto deciso di appoggiare l'iniziativa.
A differenza di molti altri eventi del genere, nella Swing Hotels Cup lo sponsor, a prescindere dalla forma di contributo che ha apportato, ha avuto la possibilità di partecipare agli eventi, distribuire il proprio materiale promozionale e ha potuto instaurare rapporti commerciali sia con i circoli del golf coinvolti che con i co-sponsor.
L'organizzazione è stata interamente gestita da Fantetti e Berliti, con il supporto di Ludovica Arlia e Francesca Bonanni, che ha immortalato i Momenti Swing del progetto con più di 5000 scatti.
Anche la brochure è stata una novità . «Volevamo creare - racconta Fantetti -un qualcosa non promozionale ma che racchiudesse lo spirito del progetto e che desse un tocco di classe. E lo studio Ruzzenente Immagine e Comunicazione ha veramente svolto un ottimo lavoro, creando un logo ed una linea alla brochure che è andata a ruba, tanto che abbiamo dovuto ristamparla».
Per la finale, i concorrenti si sono goduti un soggiorno nel Jaspe Grand Hotel Poltu Quatu in Sardegna e, nonostante il mal tempo, ne sono usciti entuisiasti.
Anche perchè, a conclusione del torneo, c'è stata la premiazione dei vincitori assoluti, nelle suggestive cantine dell'imprenditore Tino De Muro, titolare delle Vigne Surrau, tra degustazione del famoso vino di Porto Cervo e delle prelibatezze locali sarde, preparate per l'occasione.
Il progetto Swing Hotels Cup è unico in Italia e facilmente adattabile a qualsiasi tipo di manifestazione.
E, dato il successo, Fantetti e Berliti a questo punto sono pronti a mettersi al lavoro per organizzare la versione nazionale, che approderà in molte regioni italiane, con finale sempre al Pevero Golf Club in Costa Smeralda.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti