Tassisti, accuse e buone azioni: trova 2mila euro e li restituisce

Proprio nei giorni in cui l’ipotesi di aumentare le tariffe dei taxi riaccende il dibattito su una categoria non molto amata da cittadini e turisti, ecco un episodio che riscatta l’immagine dei tassisti, con incredibile tempismo. Si tratta del caso di Mauro Paolinelli, socio della Coeuropa associata all’Assodemoscoop, che il 26 gennaio ha ritrovato sul suo mezzo 2mila euro e li ha restituiti. L’uomo aveva portato due passeggeri malesi da un residence ai Musei Vaticani. Nel pomeriggio mentre faceva la normale manutenzione della vettura ha trovato nella tasca posteriore del sedile di guida un porta documenti contenente i soldi, passaporti, documenti vari, santini e una ricevuta che gli ha permesso di risalire ai turisti. Ieri l’incontro per la riconsegna del portadocumenti.
«Un plauso per i due tassisti che nel mese di gennaio hanno restituito documenti e contanti dimenticati da alcuni turisti sul loro taxi è doveroso» arriva dal vicesindaco Mauro Cutrufo, che accomuna a Paolinelli Marco Bartoloni, che il 7 gennaio si era reso protagonista di un episodio simile. «Purtroppo - aggiunge Cutrufo - a tenere banco sui giornali sono episodi isolati di chi si approfitta e truffa i turisti, rimandando un immagine non veritiera della nostra città, soprattutto all’estero». Cutrufo ha annunciato che incontrerà i due tassisti onesti domani in Campidoglio.
Di taxi ha ieri parlato anche il sindaco Gianni Alemanno, riferendosi però alla ben più spinosa vicenda della possibile stangata-tassametro: «Sull’aumento delle tariffe dei taxi dovrò parlare al più presto con l’assessore alla Mobilità Sergio Marchi che sta conducendo la trattativa e vedremo a che punto siamo arrivati». Sulla questione ieri è intervenuto anche Andrea Stolfa, direttore marketing dell’Alitalia, naturalmente molto contrario. «Non ci voleva - ha detto il manager della compagnia di bandiera -. Indubbiamente il sistema trasportistico compete nel suo insieme e l’aumento delle tariffe dei taxi scoraggia i viaggi in aereo. Noi lavoriamo per migliorare la competitività e questi aumenti diminuiscono la competitività del sistema».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.