iOS 15 e iPadOS 15: cosa cambia per iPhone e iPad

iOS 15 e iPadOS 15 rivoluzioneranno nuovamente l'esperienza d'uso di iPhone e iPad: ecco tutte le novità introdotte da Apple e le tempistiche di rilascio definitive.

iOS 15 e iPadOS 15: cosa cambia per iPhone e iPad

Apple si sta preparando al debutto dei suoi due nuovi sistemi operativi: iOS 15 e iPadOS 15. Si tratta rispettivamente del nuovo sistema operativo per iPhone e di quello per iPad, molto attesi dagli appassionati di prodotti targati mela morsicata.

Diverse le novità e le funzionalità in arrivo, anche se a giudicare dalle prime impressioni degli utenti sembrerebbe che non tutto sia andato per il verso giusto. Vediamo però con ordine quali cambiamenti attendono i possessori di un dispositivo Apple.

iOS 15, le novità in arrivo

Tra le novità principali che verranno introdotte con iOS 15 figurano alcuni miglioramenti che riguardano FaceTime. L'app di videochat potrà godere di maggiore stabilità e qualità durante le chiamate, ma non solo. Si aggiungeranno funzionalità quali, ad esempio, la possibilità di isolare il rumore di fondo da quello della voce di chi partecipa alla conversazione. In più sarà possibile concentrare la visualizzazione della videocamera sul soggetto, rendendo sfocato lo sfondo.

Le novità per FaceTime non sono finite, anzi. Pronta a lanciare il guanto di sfida a piattaforme come Zoom o Google Meet, Apple doterà la sua app della possibilità di effettuare videochiamate di gruppo. Videochiamate alle quali potranno partecipare anche gli utenti Android: questi ultimi accederanno a FaceTime come ospiti attraverso il browser.

A rendere ancora più interessanti le videochiamate di gruppo sarà la possibilità di condividere lo schermo con SharePlay, che permetterà a tutti gli utenti collegati di visualizzare gli stessi materiali. Attraverso l'iPhone sorgente tutti potranno vedere anche film, foto e musica.

Non mancano novità legate all'invio di foto su iMessage. L'app permetterà l'inoltro di più immagini allo stesso tempo, che verranno raccolte all'interno di una unica gallery o un collage. Sempre attorno al tema foto ruota la nuova funzione che riguarda Live Text.

Su Live Text (Testo live) si potrà fotografare un testo, evidenziandone il contenuto e copiarlo. Il testo potrà essere incollato su un documento e persino tradotto. In più, si avrà accesso alla ricerca Spotlight evoluta. Stop al centro notifiche, mentre la gestione degli aggiormenti verrà affidata a una formula più efficiente e personalizzabile.

Tra le notifiche sono inserite anche le foto profilo, in caso si tratti di aggiornamenti da uno dei contatti, o icone delle app più grandi. Ulteriori migliorie sono attese anche su Safari e Maps.

La speranza degli utenti è che con questo nuovo sistema operativo si possano definitivamente lasciare alle spalle i più o meno piccoli problemi legati al passaggio a iOS 14.6. Quest'ultimo è rimasto al centro di polemiche, nel corso dell'estate 2021, per aver "azzoppato" le prestazioni della batteria degli iPhone.

iOS 15 e privacy

Apple ha assicurato che uno dei punti di forza di iOS 15 sarà un maggiore controllo della privacy per gli iPhone. L'aggiornamento interesserà anche Mail e Siri, le cui richieste verranno elaborate unicamente sullo smartphone.

iPhone compatibili

L'aggiornamento sarà chiaramente disponibile per gli ultimi smartphone presentati, ovvero la famiglia degli iPhone 12. Tornando indietro con le versioni, potranno aggiornare il sistema operativo i possessori dei melafonini fino a iPhone SE (1a generazione). Di seguito l'elenco completo, dal più recente al più datato:

  • iPhone 12 (inclusi iPhone 12 Mini, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Maxi);
  • iPhone SE (seconda generazione);
  • iPhone 11 (inclusi iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max);
  • iPhone X (inclusi iPhone XS, XS Max e XR);
  • iPhone 8 e iPhone 8 Plus;
  • iPhone 7 e iPhone 7 Plus;
  • iPhone 6S e iPhone 6S Plus;
  • ​iPhone SE (1a generazione).

iPadOS 15, cosa cambierà

Tra le prime novità di iPadOS 15 le funzionalità che puntano a favorire il multitasking, con ciascuna app che conterrà un menu per dividere lo schermo in base alle proprie necessità. A cambiare sarà anche la schermata Home, che mostrerà meno app per ciascuna pagina, ma permetterà di posizionare alcuni Widget tra le icone della libreria app.

L'app Note apre alla funzione Note rapide, per avere sempre a portata di mano i propri appunti. Da ora sarà possibile anche dotarla di tag, per facilitare la ricerca dei contenuti. Come per iOS 15, FaceTime registrerà diversi miglioramenti, inclusa la nuova funzione SharePlay.

Novità anche per Safari, con maggiore visibilità delle pagine visitate, nuovo sistema di organizzazione delle tab in gruppi tematici. Un po' di curiosità intorno alla funzione Concentrazione, che filtra le notifiche in base all'attività svolta in quel momento dall'utente o in ragione di specifiche fornite dall'utilizzatore stesso.

Anche per Testo live e ricerca Spotlight il nuovo sistema operativo per iPad riprenderà quanto già detto in relazione agli iPhone. Stesso discorso vale per le Maps, mentre l'app Foto registra la possibilità di interagire con Apple Music. Anche qui interventi mirati alla tutela della privacy dell'utente.

iPad compatibili

  • iPad Pro 12.9 di prima generazione o superiori;
  • iPad Pro 11, dalla prima generazione in poi;
  • iPad Pro 10.5
  • iPad Pro 9.7
  • iPad di quinta generazione e superiori;
  • iPad Mini di quarta e quinta generazione;
  • iPad Air pari o superiori alla seconda generazione

Quando arriveranno iOS 15 e iPadOS 15

Le versioni beta dei due sistemi operativi sono state rese disponibili agli sviluppatori durante la WWDC di giugno 2021. Poco più tardi, a inizio luglio, è stata invece distribuita la beta pubblica per tutti gli utenti.

Ma quando arriveranno iOS 15 e iPadOS 15? La risposta è che si dovrà però attendere metà settembre per poter scaricare la versione definitiva sul proprio dispositivo Apple.

Commenti