Arriva il nuovo sistema Apple: ecco tutto quello che cambia

Apple rilascerà oggi iOS16, nuova versione del sistema operativo per iPhone che sarà preinstallata sui nuovi iPhone 14 e che dovrà essere prelevata da chi possiede modelli precedenti, ma non tutti

Arriva il nuovo sistema Apple: ecco tutto quello che cambia

Da oggi si può prelevare il nuovo sistema operativo iOS 16, che Apple ha testato durante gli scorsi mesi proponendo agli utenti diverse versioni beta. Chi deciderà di acquistare un iPhone 14 troverà il nuovo sistema operativo installato, chi invece decidesse di aggiornare il proprio dispositivo dovrà farlo in modo spontaneo. Il rilascio potrebbe non avvenire nel medesimo orario in tutto il mondo e, poiché saranno milioni le persone che lo preleveranno, l’operazione potrebbe diventare lenta.

iOS 16, le novità

Apple ha intrapreso importanti passi avanti in materia di privacy e sicurezza, vale la pena segnalare Safety Check, strumento pensato per aiutare le vittime di violenza e molestie. Allo stesso modo va segnalato che la funzionalità In famiglia è stata migliorata per consentire ai genitori di applicare con maggiore facilità restrizioni ai contenuti e alle attività svolte dai figli con i propri dispositivi.

Tra le altre novità introdotte da Apple c'è la schermata di blocco maggiormente personalizzata che permette all’utente di rendere unico il proprio dispositivo. L'attività ora è resa più semplice anche dai widget e dalla possibilità di variare la schermata di blocco a seconda del momento della giornata, a sua volta identificato tramite profili diversi.

Anche il comparto dei messaggi è stato rivisto in modo sostanziale, permettendo per esempio di annullare l’invio di quelli già trasmessi per ovviare a errori di digitazione o di scelta del destinatario. L’annullamento, che può essere operato entro pochi secondi dall’invio del messaggio, è appannaggio soltanto di chi usa iMessage.

Notifiche e Full immersion possono essere personalizzate ora in base a più parametri. Si può scegliere quali notifiche visualizzare in un determinato widget e, per quanto riguarda la Full immersion, ossia la possibilità di rimanere concentrati senza essere disturbati da messaggi, email e telefonate, può essere attivata dalla schermata di blocco scegliendo diversi livelli di Full immersion da associare a diversi profili. Si può scegliere una formula Full immersion da attivare durante le riunioni, una per quando si è al volante o per quando ci si concede un momento di relax. La formula creata da Apple vuole lasciare la massima libertà all’utente.

Altri miglioramenti sono stati apportati a Foto, ora in grado di isolare i soggetti immortalati dagli sfondi, all’accessibilità che permette di sottotitolare le conversazioni in corso su FaceTime.

Sono anche degne di nota, le potenzialità aggiunte a Wallet che, grazie a Tap to Pay, permette di ricevere pagamenti contactless senza il bisogno di applicazioni di terze parti. Occorre vedere come verrà implementata in Italia questa opzione, insieme ad Apple Pay Later, con la quale si può dividere un pagamento in quattro rate pagabili in sei settimane senza interessi.

Compatibilità

iOS 16 può essere installato su qualsiasi iPhone dall’8 in poi. Come al solito Apple tende a sfoltire il parco dei propri terminali, escludendo quelli più datati e inducendo, anche se in tempi asincroni, i produttori di app a fare altrettanto. Va comunque detto che l’iPhone 8 è uscito a settembre del 2017, ossia 5 anni fa e, sul fronte Android, non tutti gli smartphone sono coperti da aggiornamenti dei rispettivi sistemi operativi per periodi tanto lunghi.

Commenti