La nuova funzione dell'iPhone ci renderà tutti delle spie?

Un iPhone potrebbe trasformare tutti in delle potenziali spie: niente a che fare con James Bond, ma qualche segreto potrebbe non essere più tale in futuro

La nuova funzione dell'iPhone ci renderà tutti delle spie?

Molto si è discusso intorno alla politica Apple relativa alla privacy per iPhone, Mac e iPad. Perlopiù il discorso è girato intorno alla difesa dei dati personali degli utilizzatori. Se però a rischio fosse la segretezza delle conversazioni che si svolgono nei pressi di chi possiede un iPhone?

Questo il dubbio sollevato in un video Tik Tok dall'attrice britannica Elizabeth Henstridge, nel quale mostra come una particolare funzionalità degli smartphone Apple permetta di ascoltare conversazioni che si stanno svolgendo anche a distanza. Potremmo quindi d'ora in poi improvvisarci tutti delle spie?

iPhone, privacy (degli altri) a rischio?

Da qui a diventare tutti quanti degli agenti 007 ce ne passa, ovviamente. Quello che però appare chiaro è che un problema di "spionaggio" potrebbe esserci eccome. Eppure alla base di tutto c'è una funzionalità assolutamente rispettabile. Si tratta dell'Ascolto dal Vivo, che permette a chi ha deficit di udito di ascoltare le conversazioni a cui partecipa a un volume più confortevole.

La portata della funzionalità però andrebbe ben oltre il semplice e positivo utilizzo per la quale è nata. Un po' come la dinamite, inventata con il positivo scopo di aiutare i minatori e poi impiegata ampiamente in ambito bellico. Nessuna guerra in corso in questo caso, ma sicuramente un potenziale problema di privacy.

Basta accedere al Centro di Controllo di un iPhone dotato di iOS 15, non necessariamente quindi con l'ultima versione del telefono di Cupertino. Qui spuntare il segno più associato a "Udito". L'icona dell'orecchio comparirà nel Centro di Controllo nella schermata principale, consultabile scorrendo verso il basso il dito dopo averlo puntato sulla batteria o sul simbolo del WiFi.

Associando gli AirPods al dispositivo si potrà attivare la funzione Ascolto dal Vivo e quindi ascoltare i suoni (incluse le conversazioni) all'interno di un raggio di circa 15 metri. Tradimenti coniugali a rischio e fine dei segreti tra vicini di casa? A preoccupare lato privacy è anche la possibilità che tra le conversazioni ascoltate vi siano anche quelle contenenti dati personali e, perché no, credenziali d'accesso a pagamenti e conti correnti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti