Telediagnosi e infomobilità per più efficienza e sicurezza

Care, then cars. Ovvero, la cura per il cliente e l'attenzione verso le sue esigenze vengono prima di tutto, anche delle stesse automobili. È uno slogan che dice molto, quello scelto da Leasys, società di noleggio a lungo termine di Fga Capital, joint venture tra il gruppo Fiat Chrysler e Crédit Agricole Consumer Finance. Un gioco di parole che svela l'intenzione di proporre alle aziende, ancor più che in passato, soluzioni innovative e vantaggiose, in grado di prevenire qualsiasi problema legato alla gestione della flotta. Soluzioni come Leasys I-Care, il servizio di info-mobilità e telediagnosi che garantisce un più elevato livello di sicurezza e, insieme, una maggiore efficienza dei veicoli. Articolato in tre diversi pacchetti (I-Care Smart per piccole imprese, privati e liberi professionisti; I-Care Tracking per officine, rent-a-car, trasportatori e car sharing; I-Care Advanced per le grandi aziende), Leasys I-Care consente un monitoraggio puntuale della flotta, mettendo a disposizione in tempo reale una pluralità di informazioni e servizi: dal report di incidente (che permette di ricostruire la dinamica del sinistro) al recupero del veicolo rubato mediante localizzazione su tutto il territorio europeo; dal crash management per valutare la gravità dell'incidente e l'eventuale invio del carro attrezzi fino al blocco di avviamento del motore in caso di furto. E non è tutto: la piattaforma cartografica via web permette, infatti, di controllare la dislocazione della flotta e di elaborare un report di attività per valutare il percorso cronologico, i consumi e i rifornimenti di ogni mezzo, fino ad avere alert diagnostici che consentono di tenerlo costantemente sotto controllo.
«La domanda di sicurezza - spiega Claudio Manetti, amministratore delegato e direttore generale di Leasys - è generalmente associata alla richiesta di efficienza del veicolo e non è mai venuta meno, neppure durante le fasi di congiuntura economica più negativa. Oggi la tecnologia ci permette di gestire in remoto, personalizzandole, le funzioni attinenti ai servizi di sicurezza, dalla geo-localizzazione del mezzo all'invio dei soccorsi o dell'assistenza. Senza dimenticare che la maggiore efficienza garantita da I-Care è in grado di determinare fin da subito importanti risparmi sul canone di noleggio». Da notare, poi, che per quanto riguarda la gestione della sicurezza in remoto il dispositivo di Leasys anticipa, di fatto, il sistema di chiamata automatica d'emergenza eCall, che entro il 2015 sarà obbligatorio su tutte le vetture di nuova produzione nei Paesi della Ue.
Ma non c'è solo la tecnologia, nell'agenda di Leasys. Dopo aver chiuso il 2013 con 756 milioni di fatturato e oltre 32mila vetture immatricolate (pari a circa il 25% dell'intero mercato del noleggio a lungo termine), la società ha infatti deciso di puntare forte anche sui nuovi servizi di mobilità. Per questo, dallo scorso dicembre è partner operativo di Enjoy, il car sharing lanciato a Milano da Eni con Fiat e Trenitalia, per il quale ha istituito un fleet team che si occupa della gestione operativa delle auto 24 ore su 24. «Il car sharing è per noi un'opportunità enorme - commenta Manetti - e l'esperienza milanese ci sta già dando ottime soddisfazioni. Inoltre, da anni siamo il secondo azionista di Car City Club, il sistema di car sharing a Torino, e di nuovo a Milano saremo mobility partner del grande evento di Expo 2015».

Commenti