Termini Imerese, Passera convoca sindacati e Fiat Domani la riunione decisiva

Sul tavolo gli incentivi alla mobilità che dovrebbero interessare circa 700 lavoratori e a cui dovrebbe contribuire anche il Lingotto

Termini Imerese, Passera convoca sindacati e Fiat Domani la riunione decisiva

Lo stabilimento Fiat di Termini Imerese ha chiuso ieri, ma a soluzione della vertenza potrebbe finalmente essere più vicina. Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, ha infatti convocato per domani mattina alle 10 Invitalia e sindacati dei metalmeccanici per discutere la questione. Il Lingotto, inoltre, sarebbe disposto - me le indiscrezioni non sono state confermate - a contribuire alla mobilità incentivata degli operai.

Viene anticipata così la riunione prevista per martedì prossimo. L'ultimo vertice, tenutosi mercoledì, si era concluso con un nulla di fatto, nonostatne Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, avesse parlato di "passi in avanti". Resta ancora irrisolto il nodo degli incentivi alla mobilità che dovrebbero interessare circa 700 lavoratori dello stabilimento siciliano. La Regione Sicilia si è detta disponibile a contribuire al pagamento degli incentivi. Contrarie la Fiom secondo cui non possono essere soldi pubblici a rimpiazzare un esborso minore da parte del Lingotto. Una situazione che complica il raggiungimento di un accordo per il passaggio di consegne tra Fiat e Dr Motor, che dovrebbe subentrare nel sito dal primo gennaio 2012.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti