Terrorismo, anche l'Italia nel mirino di al Qaida

Fonti dell’intelligence americana: anche l'Italia e la Spagna erano fra gli obiettivi di attacchi in stile Mumbai che erano nei piani di una rete di terroristi pachistani legati ad al Qaida. Musulmani si recavano nelle aree tribali del Pakistan per addestarsi all’uso di armi ed esplosivi

Terrorismo, anche l'Italia nel mirino di al Qaida

Londra -  Anche Italia e Spagna erano fra gli obiettivi di attacchi in stile Mumbai che erano nei piani di una rete di terroristi pachistani legati ad al Qaeda, il cui progetto è stato appena sventato. A lanciare l'allarme sarebbero fonti dell’intelligence Usa citate oggi dal quotidiano britannico Daily Telegraph.

Italia nel mirino di Al Qaida Secondo il quotidiano, che cita fonti d’intelligence britanniche e americane, almeno 20 cittadini britannici di religione musulmana si sono recati nelle aree tribali del Pakistan per addestarsi all’uso di armi ed esplosivi. L’obiettivo sarebbe stato quello di lanciare azioni terroristiche coordinate in Gran Bretagna, con sparatorie fra la folla e attacchi ad edifici simbolo, come accadde a Mumbai due anni fa. La fonte americana citata, parla di una minaccia "credibile ma non specifica", che potrebbe includere altri paesi europei come Spagna e Italia. Tuttavia, scrive il quotidiano, le cellule terroristiche "non sono ancora partite per l’Europa e gli obiettivi non sono ancora chiari". Parte delle informazioni sul complotto terroristico provengono dalla cattura a Kabul di un cittadino tedesco, il 36enne Ahmed Siddiqi, che ha raccontato di un addestramento con armi ed esplosivi e di piani per lanciare attacchi in Germania e in altre città europee. Le agenzie d’intelligence americane e britanniche, scrive il Daily Telegraph, sono nella prima fase dell’indagine sul complotto e a quanto pare vi è irritazione per la fuga di notizie prima che il quadro sia completo. 

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti