A Tivoli il rock sposa la danza

Un sorprendente incrocio di culture e stili diversi caratterizzerà la quarta edizione del Festival internazionale di Villa Adriana a Tivoli. Il grande palcoscenico all’aperto che accoglierà gli spettacoli dal 15 giugno al 18 luglio sarà allestito anche quest’anno nell’area delle Grandi Terme di Villa Adriana. In programma panoramiche inedite sulle novità più raffinate della scena internazionale. Da Taiwan a Londra, da Parigi a Tel Aviv, da Roma a Bruxelles, un giro del mondo in 14 tappe. Si parte il 15 giugno con la danza. In programma Gnosis, che il coreografo e danzatore anglo-indiano Akram Khan ha sviluppato in collaborazione con i maestri di danza kathak Sri Pratap Pawar e Gauri Sharma Tripathi e con un ensemble di musicisti eccezionali, tra cui Yoshie Sunahata. Il Cloud Gate Dance Theatre of Taiwan, prima compagnia di danza contemporanea cinese, proporrà il 22 e 23 giugno Songs of the Wanderers. Il gruppo israeliano Vertigo Dance Company presenterà il 26 giugno MANA - Vessel of Light: la nuova produzione della coreografa Noa Wertheim descrive l’eterno dialogo tra il principio femminile e quello maschile, la tensione tra le forze vitali che lottano senza sosta per giungere alla complementarità. Infine, il coreografo belga Sidi Larbi Cherkaoui il 16 e 17 luglio metterà in scena Babel, coprodotto dalla fondazione Musica per Roma. Un’esplorazione del linguaggio e della sua relazione con i concetti di nazionalità, identità e religione: 13 danzatori e 5 musicisti da 13 diversi paesi di 5 continenti per lavorare insieme su un progetto tanto ambizioso quanto la costruzione della stessa Torre di Babele. Grande spazio quest’anno anche alla musica: il primo luglio l’orchestra di Santa Cecilia eseguirà musiche di Prokofiev e Beethoven (in programma la Settima Sinfonia). Il 13 luglio Enrico Rava con «Parco della Musica Jazz Lab» porterà a Villa Adriana Rava Noir, una rivisitazione del celebre album del ’97, qui integrato da un film di animazione tratto dalle tavole di Altan. Il 18 luglio si chiude con l’esibizione di Elvis Costello, che si esibirà con la band degli Sugarcanes con i quali ha pubblicato l’ultimo album, Secret, Profane & Sugarcanes. C’è poi il teatro, con due appuntamenti da non mancare: il 4 luglio c’è Mimmo Cuticchio, il più importante erede della tradizione dei «cuntisti» e del teatro dei pupi siciliani, che per il suo Tancredi e Clorinda di Monteverdi si avvarrà dell’esecuzione musicale dal vivo dell’Associazione per la Musica Antica «Antonio Il Verso». Il secondo, dall’8 al 10 luglio, è con il teatro-circo di Aurelia Thierrèe, che presenterà L’oratorio di Aurelia ideato e diretto dalla madre, Victoria Chaplin, che l’ha iniziata fin da piccola al nouveau cirque con viaggi interminabili in roulotte attraverso il mondo, accompagnata dal fratello James e dal padre Jean-Baptiste Thierrèe. I biglietti di ingresso per i singoli spettacoli variano da 20 a 40 euro. Nel costo è compreso il servizio di navetta che dal Parco della Musica permetterà agli spettatori di raggiungere Villa Adriana in pullman, con ritorno a fine spettacolo. Info: 06.80241281.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti