Torna di moda il verde Boutique aperte di sera per salvare gli alberi

Eva Cavalli (la moglie dello stilista Roberto) in veste di personal shopper, a vendere le borse di seta stampata limited edition nella boutique di via della Spiga (il marito farà lo stesso a New York). Simona Ventura a spiegare perché acquistare le t-shirt in edizione limitata di Dsquared2. Anna Molinari a far da consulente d’immagine con Cristina e Benedetta Parodi ed Hellen Hidding nelle boutique Blumarine. Raul Bova, Federica Pellegrini e Martina Colombari ad autografare le t-shirt disegnate da Giorgio Armani.
Tutto in una notte, quella di domani, che renderà più viva e più verde Milano. È la «Fashion’s Night Out», la notte bianca della moda, organizzata da Vogue e Comune a sostegno del progetto «Adotta un albero». A Milano (come a New York, Parigi, Londra: 11 in tutto le metropoli nel mondo che hanno aderito al progetto di Vogue International), circa 400 negozi - dal centro storico a Cinque Giornate - restano infatti aperti dalle 19 alle 23 e 30 con due obiettivi: rendere meno elitaria la moda e più verde la città. Perché, come spiega il direttore di Vogue Italia Franca Sozzani, «vedere la moda come qualcosa di accessibile a pochi è un vecchio concetto. Per questo abbiamo deciso di scendere in strada, unendoci agli stilisti per aprire i negozi e dare a tutti l’opportunità di comprare un capo firmato facendosi promotori di una grande iniziativa per la città».
Le griffe hanno fatto a gara per creare capi e accessori in edizione speciale e a prezzi accessibili, soprattutto t-shirt (da Paciotti a Valentino, Morello, Blumarine, Dsquared, Biffi) e borse (da Tod's a Cavalli, Hogan, Pollini), a sostegno della campagna «Adotta un albero», che entra a far parte del Piano del verde del Comune di Milano (500mila alberi in più per la città, 190mila dei quali già piantati).
Negozi e gallerie d’arte aperte, un red carpet in via della Spiga - sul quale, una volta tanto, sfileranno i milanesi e non le modelle - musica, performance, dj set, cocktail (info su: www.fashionsnightout.com) e molte sorprese. Qualche esempio? Da Brioni, sarti e artigiani personalizzano i capi acquistati. Da Richmond si personalizzano borse in pitone limited edition e «benefiche». Da Biffi, Gabriele Colangelo rifà il look alla Barbie. Da Dior e da Ferretti ci si rifà il make up. Da Emporio Armani i dj di Rtl 102.5 animano la serata in diretta radio e tv. Da Armani in Montenapo, vip come Anna Kanakis e Ambra firmano le t-shirt di re Giorgio. Mentre da Omega c’è un commesso d'eccezione, Massimiliano Rosolino, mentre da Intimissimi Simona Ventura.
Una notte di festa e di shopping che si tradurrà in centinaia di nuovi alberi per Milano: ognuno ha infatti un costo di 300 euro, più o meno il corrispettivo di 10 t-shirt. E che porterà una ventata di ottimismo, perché, come spiega Roberto Cavalli, «è con un atteggiamento positivo e propositivo che si combatte la crisi. Ottimismo vuol anche dire avvicinarsi alla gente, con un evento nuovo, gioioso e democratico». I primi alberi? Saranno piantati in una delle vie dello shopping milanese: corso Buenos Aires.