Con "E Power" il futuro è già qui. Dell'Orto: "Lo scooter si ricaricherà con la rete domestica"

L'azienda Dellorto è pronta a lanciare sul mercato le più avveniristiche novità sulle moto elettriche ma non solo: ecco qual è il progetto e cosa succederà alla tre giorni milanese

Perché con "E Power" il futuro è già qui. Dell'Orto: "Lo scooter si ricaricherà con la rete domestica"

Si terrà tra il 23 e il 25 novembre nello storico quartiere Brera a Milano un evento speciale per celebrare passato, presente ma soprattutto futuro dell'azienda Dell'Orto, specializzata nella costruzione di carburatori e sistemi di Iniezione Elettronica per le moto fondata nel 1933 a Seregno.

L'evento "More than a product"

Nei 350 metri quadrati di spazio dedicato all'evento, oltre ad ammirare alcuni dei prodotti di eccellenza sviluppati da Dell'Orto che spaziano dallo storico carburatore RA 18 prodotto nel 1935 alle innovazioni elettroniche di ultima generazione, sarà lanciato il progetto E-power che va incontro oggi più che mai alla transizione ecologica che ha preso il via in ogni settore della nostra quotidianità e segnerà in maniera definitiva il prossimo futuro. All'evento sarà presentato il primo prototipo da laboratorio del progetto Cemp, cofinanziato da Regione Lombardia e dall’Unione Europea (Dellorto capofila del progetto) che esalta la propulsione elettrica al massimo della sua potenza grazie all’integrazione di sistemi avanzati di connettività e del supporto di guida.

Cos'è il progetto E-power

"Abbiamo deciso di organizzare un fuori salone in una location molto caratteristica e tradizionale di Milano, Brera, e far vedere cos'è Dell'Orto oltre al prodotto già noto agli appassionati di moto", afferma in esclusiva al Giornale.it Andrea Dell'Orto, vicepresidente esecutivo e responsabile del marketing e della parte commerciale della Dellorto. "Guardiamo al futuro nella direzione della mobilità sostenibile, in questo caso mobilità elettrica", sottolinea, andandoci a spiegare quale sarà il super progetto che sarà presentato nelle prossime ore. "Presenteremo un sistema completo di e-power immettendo sul mercato un powertrain elettrico per moto e scooter fino ad arrivare al quadriciclo leggero partendo dal monopattino". Quando si parla di "powertrain elettrico" si intende un sistema completo composto da un motore elettrico, un inverter, una centralina di controllo e il pacco batteria, Dellorto proporrà il sistema completo. "Non ci concentriamo su un solo compentente ma su tutti", sottolinea Dell'Orto.

"Ecco la novità più grande"

Tra le novità, una su tutte consentirerà di agevolare la vita di chi si affaccia da subito all'elettrico grazie alla facilità con cui ricaricare le proprie due ruote grazie a sistemi più piccoli rispetto a quelli dell'auto che si possono ricaricare anche con la presa domestica da 220V. Il sistema E-Power impiega una batteria a 48V e comprende il motore elettrico ed il modulo elettronico. "Anche lo scooter si potrà ricaricare con la rete domestica o con un battery pack estraibile che consente di togliere la batteria, portarla sulla scrivania di casa e ricaricarla, è relativamente piccola e si può rimuovere facilmente", ci racconta Dell'Orto.

Ma le novità non sono finite qui perché un altro vantaggio è l'investimento dell'azienda su tutta la parte di connettività con il veicolo che riuscirà ad interagire anche con il proprio smartphone. "Ci sarà la possibilità di vedere tutti i parametri, dal percorso ai consumi all'autonomia fino a bloccarlo come se fosse un sistema di sicurezza del veicolo direttamente dal telefonino e il punto d'arrivo potrebbe essere la sostituzione del cruscotto proprio grazie al cellulare. Le possibilità legate alla connettività sono immense". Saranno create app ad hoc, come già esistono per i monopattini, create sia da chi fa noleggio ma anche privatamente da chi ha costruito il veicolo.

Date e prezzi

Alla nostra domanda su quando potremo vedere operativi sul mercato questi prodotti innovativi, Dell'Orto ci risponde che saranno disponibili tra circa un anno, per la fine del 2022. Più complicato il discorso relativo ai prezzi perché sarà deciso dal costruttore. "Anche se inizialmente costerà di più perché i volumi non sono ancora sostitutivi del circolante, l'obiettivo sarà farli costare uguale o di meno rispetto ai prodotti di oggi. Il prezzo fa la differenza".

Le novità sull'auto

L'azienda, partita 88 anni fa con un carburatore meccanico, oggi guarda la mobilità elettrica in piena transizione ecologica. "È un tema che per noi è diventato prioritario ed abbiamo intenzione di investire in Italia, in Europa e nel mondo e su cui prossimamente avremo altre novità", ci sottolinea il responsabile commerciale dell'azienda. Curiosi, abbiamo chiesto di cosa si trattasse e ci ha spoilerato alcune novità anche sulle quattro ruote. "Abbiamo anche la parte relativa all'auto, ci presenteremo sul mercato con prodotti legati al thermal management, che è un processo molto complesso di raffreddamento delle batterie che sono enormi, ingrombanti e si scaldano molto. Hanno il grosso problema che devono essere gestite e raffreddate quando serve. All'interno di questo ci sono una serie di componenti strategici che stiamo sviluppando e speriamo di mettere sul mercato tra fine 2023 e inizio 2024", conclude.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti