Tremonti: "Crisi alla fine ma niente età dell'oro" L'Fmi rivede le stime: nel 2010 crescita del 3%

Tremonti: "La crisi sta passando, ma non si può immaginare che in tutto il bacino mediterraneo si apra una stagione dell’oro". E la Bce avverte: "L'economia migliora, la ripresa è graduale". Inps, disoccupati: un milione di assegni in più

Tremonti: "Crisi alla fine ma niente età dell'oro" 
L'Fmi rivede le stime: nel 2010 crescita del 3%

Napoli - "Il tempo è corto e quella che ci si prospetta non è un’età dell’oro. La crisi sta passando, ma non si può immaginare che in tutto il bacino mediterraneo si apra una stagione dell’oro". Lo dice a Napoli il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti.

Sud, crescita criminalità in appalti della sanità "Nella triade appalti-sanità e fondi Ue è cresciuta in modo esponenziale, verticale inaccettabile la cifra della criminalità". Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, intervenendo ad un convegno organizzato dal Pdl sul Mezzogiorno sottolinea che il gap tra Nord e Sud "non è solo una questione di discussione economica è anche di soluzione civile". Secondo Tremonti è quindi "fondamentale un ragionamento politico, una visione giusta è il confine tra lo Stato e il privato. Se vuoi fare una politica giusta per il Mezzogiorno -sottolinea Tremonti- lo Stato deve tornare a fare lo Stato e il privato deve fare il privato". Secondo Tremonti, quindi, "non è più accettabile che lo Stato si traversa da privato in varie iniziative e non è accettabile che il privato cannibalizzi lo Stato e il pubblico a modo suo". Secondo il ministro la differenza tra Sud e Nord continua a crescere e uno dei fattori indicativi è l’orario ferroviario. "Dopo vent’anni è cresciuto a favore del Sud" e per percorrere la stessa distanza si impiega il doppio del tempo per scendere nel Sud d’Italia rispetto a quella necessaria per andare verso il Nord. "Si è persa una questione nazionale: la questione meridionale. In Italia la somma dei fattori Nord e Sud è troppo differenziata, i numeri del Sud sono troppo bassi e quelli del Nord sono troppo alti".

Fondi europei sul Cnr Quanto al Cnr, continua Tremonti, "sarebbe strategico" fare in modo che vi si concentrassero fondi anche europei che non passano attraverso le regioni. La Banca del Sud poi è un’idea che "dobbiamo riprendere, sia che sia una proposta del Governo sia che sia una proposta dei gruppi parlamentari. Il Mezzogiorno è l’unica grande regione europea che non ha una sua banca. Nel Sud la maggior parte delle banche fa raccolta ma non fa impieghi. Il fattore banca credo sia fondamentale e non marginale nella strategia di sviluppo del Sud, e cioè una banca che lavori nel Sud e per il Sud". L’idea di Banca del Sud di Tremonti è quella di mettere in rete le banche di credito cooperativa "su base volontaria".