Udine è sporca e puzza Per il sindaco (rosso) è colpa del bunga bunga

Lo scorso fine settimana si è tenuta a Udine la manifestazione enogastronomica "Friuli Doc". Il resoconto: giovani ubriachi, vandalismi e disturbo della quiete pubblica. E per il sindaco è colpa del Cav

Udine è sporca e puzza 
Per il sindaco (rosso) 
è colpa del bunga bunga

Udine - Siamo alla farsa. Si sa, il vezzo più accreditato tra gli esponenti del centrosinistra sta nell'incolpare il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di tutti i mali presenti sulla terra. La crisi economica che morde le finanze dei principali Paesi del Vecchio Continente? Colpa del Cavaliere. La disoccupazione in Italia? Colpa del premier. E così via. Fino a puntare il dico contro Berlusconi per l'inciviltà di alcuni cittadini che, durante il Friuli Doc, hanno trasformato Udine in un vero immondezzaio a cielo aperto. E il sindaco Furio Honsell che fa? Va a tirare in ballo il "bunga bunga".

Lo sproloquio del primo cittadino di Udine è di qualche giorno fa, quando la vetrina delle eccellenze enogastronomiche del Friuli si è trasformata nell'occasione per bere smodatamente ed eccedere nei divertimenti. Il risultato? Sporcizia e ubriaconi in giro per la città. Al termine della kermesse, che ha chiuso i battenti domenica scorsa, ci ha pure messo il carico da novanta il vicario dell’arcivescovo di Udine monsignor Guido Genero: "Troppi eccessi, troppo poco rispetto per le chiese con quei gabinetti vicino al Duomo. E soprattutto poca prevenzione per evitare problemi di ordine pubblico, con troppi comportamenti del tutto diseducativi". L'amministrazione cittadina si è sentita con le spalle al muro e non ci ha pensato su due volte a replicare alla Curia. "Friuli Doc deve diventare sempre di più un salone del gusto dell’eccellenza friulana – ha spiegato il primo cittadino – a partire dalla prossima edizione, non verranno confermate le deroghe per la somministrazione di alcolici e per l’allietamento musicale nei pubblici esercizi se non dopo un’attenta analisi delle esigenze della manifestazione". Fin qui tutto bene. Poi Honsell si è messo a tirare in ballo "i modelli di riferimento che la società e soprattutto una cerca classe politica propone". 

Quindi, via alla crociata anti Cav. "Se il modello che i giovani prendono – ha continuato il sindaco di Udine – è un presidente del Consiglio che si dedica al bunga bunga su un aereo della protezione civile, come riferiscono in questi giorni i giornali riportando le intercettazioni emerse, è chiaro che i nostri giovani siano molto disorientati. Non ce la si può prendere quindi solamente con Friuli Doc". Insomma, se il pubblico di Friuli Doc sbevazza, sporca la città e dà fastidio ai cittadini che dormono è tutta colpa del Cavaliere. Non solo. Honsell non prende nemmeno in considerazione di non essere stato capace a gestire la sicurezza e l'ordine pubblico in concomitanza di una kermesse locale. Insomma: piove, governo ladro!

Commenti