Acciaierie, nessuno perderà il posto

Fumata bianca al termine dell'incontro a Palazzo Chigi tra Governo e Autorità locali sulle acciaierie di Cornigliano: non solo non ci sarà nessun licenziamento, ma la forza lavoro dello stabilimento del gruppo Riva potrebbe addirittura aumentare. È quanto ha annunciato il ministro delle Attività Produttive Claudio Scajola nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il presidente della Regione Claudio Burlando, il sindaco di Genova Giuseppe Pericu, il presidente della Provincia, Alessandro Repetto, e Claudio Riva.
Scajola ha spiegato che, nel corso del vertice, sono stati condivisi «con soddisfazione» alcuni punti fermi. «Ci sarà la presentazione di un piano d'impresa da parte di Riva già nei primi giorni della settimana prossima», ha annunciato, aggiungendo: «L'obiettivo è di concludere entro le ferie estive l'accordo, che deve soddisfare l'interesse industriale che il paese ha a sviluppare il settore dell'acciaio».
Il ministro Scajola ha poi aggiunto che la soluzione per gli stabilimenti Ilva di Cornigliano dovrà essere «compatibile con il territorio e con la chiusura in tempi celeri dell'altoforno» e che non solo i 300 esuberi previsti precedentemente sono stati scongiurati, ma che ci sarà «un mantenimento e forse un accrescimento della forza lavoro di Cornigliano».
Scajola ha annunciato «l'istituzione di un tavolo tecnico che possa immediatamente predisporre una bozza di accordo» contenente «quanto concordato oggi con assoluta visione d'insieme», nel corso di una «giornata positiva».
L'incontro di Palazzo Chigi, iniziato alle 15.30, si è concluso alle 17 circa.
«Ringraziamo il governo per la disponibilità a prendere in mano
il problema. Verranno fatti importanti investimenti in infrastrutture e in politica industriale. Cominceremo a lavorare subito dopo la presentazione del piano». Così Claudio Burlando, presidente della giunta regionale ligure, ha descritto gli obiettivi del progetto da lui promosso per il riassetto delle acciaierie di Cornigliano.
L'industriale Claudio Riva, nel corso della conferenza stampa, ha aggiunto: «Siamo tutti favorevoli, si tratta di uno stimolo a fare bene e a fare prima, visto l'entusiasmo con cui abbiamo lavorato oggi. Noi - ha affermato - garantiamo che da oggi partiremo per la realizzazione del progetto e non ci fermeremo».

Commenti