Aeroporti: nel 2010 passeggeri in aumento del 7%

Exploit di Fiumicino sull'internazionale, ma Malpensa tiene. La concorrenza dell'alta velocità non ha comportato una flessione dei passeggeri sulla Roma-Milano. Venezia e Treviso sono il terzo sistema aeroportuale italiano. Boom per Bari e Brindisi.

ROMA - Il sistema aeroportuale italiano ha archiviato il 2010 con una crescita di traffico di oltre nove milioni di passeggeri. L'incremento medio, ha reso noto Assaeroporti, è stato pari al 7% a quota 139,8 milioni (130,7 milioni nel 2009). Il dato è superiore al record storico del 2007, ultimo anno prima dell'inizio della recessione globale.
La classifica degli scali in base ai passeggeri trasportati vede al primo posto l'Aeroporto di Roma Fiumicino con 36,3 milioni e al secondo Malpensa (18,9 milioni) seguita da Linate (8,3 milioni), Orio al Serio (7,7 milioni) e Venezia (6,9 milioni). Il capoluogo veneto assieme a Treviso forma il terzo sistema aeroportuale italiano dopo Roma e Milano.
Fiumicino (+2,7 milioni) e Malpensa (+1,4 milioni) hanno rappresentato circa la metà dell'incremento del traffico degli aeroprti italiani nel 2010. Con una differenza significativa: la crescita di Roma sui voli internazionali è stata dell'11,6%, mentre lo scalo del Varesotto ha fatto segnare un +20% sulle rotte nazionali, a fronte del +5,2% di quelle internazionali. Bisogna ricordare, però, che 15 dei circa 19 milioni di passeggeri della Malpensa provengono o sono diretti all'estero. assaeroporti segnala che la concorrenza dei treni ad alta velocità sulla direttrice Roma-Milano non ha prodotto le temute flessioni di traffico.
Gli scali che hanno registrato la maggior crescita di traffico sono stati Trapani (+57,4% a 1,7 milioni), Brindisi (+47,2% a 1,6 milioni) e Bari (+20,3% a 3,4 milioni).398.110 passeggeri e del 15,3% a Bologna; aeroporto, quest'ultimo che è entrato a far parte del club degli "over 5", ovvero gli aeroporti con un traffico superiore ai 5 milioni di passeggeri.