Anziana prelevata con forza dagli agenti perché chiede un prezzo

Non riusciva a credere ai suoi occhi. Mentre, ieri mattina, intorno alle 11, la signora P.B. assisteva a quella scena stentava a capacitarsi di non trovarsi sul set di un film poliziesco di serie c. Una signora ottantenne, osserva incuriosita le cianfrusaglie esposte sull’improvvisata bancarella di un venditore abusivo cinese, sul marciapiede destro di via Montesuello, a ridosso del mercato di piazza Palermo. L’anziana scruta, tocchigna, forse domanda qualche prezzo, ma, certamente, non sta comprando nulla quando due omaccioni corpulenti, qualificatosi come agenti in borghese, la bloccano improvvisamente chiedendole i documenti. L’anziana, visibilmente spaventata e confusa, rovista nella borsa, ma non riesce a trovarli. Gli agenti non esitano allora a chiamare rinforzi, che si materializzano in 5 minuti in una camionetta della polizia da cui scendono diversi uomini in divisa che trascinano la vecchietta dentro l’abitacolo con una certa ruvidezza. Tanto da suscitare un subbuglio di proteste da parte di numerosi testimoni, cui gli agenti, per tutta risposta, chiedono di favorire i documenti.
Soltanto in un secondo tempo, dichiara la signora, la sua situazione è stata controllata in questura ed è stata subito rilasciata.

Commenti