Gli artisti e le scritture dell'Isola di Pasqua

A palazzo Dugnani di Milano i lavori di 15 creativi internazionali influenzati dalla scrittura «Rongo Rongo»

Artisti ispirati da "Scritture Silenziose". Esposti a Palazzo Dugnani di Milano i lavori di 15 creativi internazionali influenzati dalla scrittura Rongo Rongo dell'Isola di Pasqua.
"Dopo Parigi, Milano è la prima città ad ospitare una mostra promossa dall'Espace culturel Louis Vuitton - ha dichiarato il Sindaco Letizia Moratti, durante il suo intervento - Una scelta che mi rende orgogliosa perché si tratta di un progetto che unisce arte, storia, creatività e contemporaneità e perché verrà realizzato a Palazzo Dugani che, da sede per la celebrazione dei matrimoni, sta riscoprendo una seconda vita come spazio di arte e cultura".
È stata presentata a Palazzo Marino, la mostra "Scritture silenziose" promossa dall'assessorato alla Cultura del Comune di Milano in collaborazione con l'Espace culturel Louis Vuitton che avrà luogo a Palazzo Dugnani a Milano, dal 24 settembre al 31 ottobre 2009.
"La mostra cade durante la settimana della moda - ha continuto Letizia Moratti - Prosegue e si rafforza la linea politica del Comune di Milano di collegare sempre più strettamente arte e moda perché diventi un appuntamento sempre più aperto alla città".
"Quando sono stato a Parigi a visitare la mostra all'Espace culturel Louis Vuitton ho avvertito il bisogno di portare questo progetto a Milano, offrendo uno spazio, Palazzo Dugnani, capace di esaltarne il messaggio estetico ed etico - ha spiegato l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory - La scrittura Rongo Rongo dell'Isola di Pasqua è il punto di partenza per le originali creazioni di 15 artisti internazionali che, attraverso video, sculture, graffiti, installazioni, hanno dato voce alle "scritture silenziose ". Il dialogo fra antico e moderno esce dai confini ristretti dei saperi disciplinari e investe una più ampia concezione di cultura".
"Portando per la prima volta una mostra al di fuori dell'Espace culturel, Louis Vuitton vuole condividere con il pubblico italiano la propria passione per la creazione. Riconosciuta come una delle capitali mondiali del design e dell'arte, la città di Milano è una finestra importante sul mondo della cultura e ospiterà l'Esposizione Universale nel 2015. Siamo estremamente lieti di rendere omaggio a questa città, simbolo del lusso e della moda, con la quale abbiamo sviluppato un intenso legame sin dall'inaugurazione del nostro primo store nel 1984" ha detto Pietro Beccari, Vice Presidente Marketing e Comunicazione di Louis Vuitton.

Commenti

Grazie per il tuo commento