«Auto Europa» quest'anno celebra il venticinquennale

È il il prestigioso premio che ogni anno, da un quarto di secolo, la Uiga (Unione Italiana Giornalisti Automotive) assegna a un modello prodotto nel Vecchio continente. Il riconoscimento sarà assegnato in ottobre a Firenze

Il primo nome in quello che è un un Albo d'Oro lungo quasi venticinque anni (la ricorrenza cadrà in occasione del prossimo appuntamento di ottobre) corrisponde all'Audi 80, l'ultima vettura a trionfare, campione in carica, è una Peugeot (la 3008), al secondo successo complessivo. In mezzo una storia che non di rado ha visto la stessa casa imporsi per più edizioni. Il costruttore più titolato, o per meglio dire i costruttori, con un'ex aequo a quota 7, sono Fiat e Citroën. Seguono Alfa Romeo (4), Audi e Peugeot (2), quindi Nissan e Jaguar con una sola vittoria ciascuna. Nelle ultime cinque premiazioni (dal 2006 a oggi) si sono imposti i seguenti modelli: Fiat Grande Punto, Peugeot 207, Fiat 500, Alfa Romeo MiTo, Peugeot 3008. Il Premio Auto Europa, istituito dall'Uiga (Unione Italiana Giornalisti Automotive) e conferito secondo le preferenze espresse dagli stessi componenti, viene assegnato annualmente al modello ritenuto «più interessante» (si tiene conto del rapporto qualità-prezzo, dello stile, dell'efficienza e delle dotazioni di sicurezza) all'interno del mercato del Vecchio continente. Per essere inclusa nel novero delle candidate una vettura deve innanzitutto dimostrare una produzione (annunciata), in dodici mesi, di almeno 10mila esemplari (1.000 in caso di auto sportive) destinati ad invadere la piazza commerciale europea. Dovrà trattarsi poi di un'offerta sostanzialmente nuova, indipendentemente dalla denominazione e dalla sigla del veicolo che possono rimanere le stesse.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet
Tag

Commenti