Automotive

Al volante di Porsche Cayenne S E Hybrid Coupè tra i sentieri disegnati dalla lava dell'Etna

Un test drive che esalta la tripla personalità di Porsche Cayenne, quella votata per l’avventura, quella che si scatena sulle lunghe distanze, metropolitane e non, e quella urban luxury

 Al volante di Porsche Cayenne S E Hybrid Coupè tra i sentieri disegnati dalla lava dell'Etna

Ascolta ora: " Al volante di Porsche Cayenne S E Hybrid Coupè tra i sentieri disegnati dalla lava dell'Etna"

Al volante di Porsche Cayenne S E Hybrid Coupè tra i sentieri disegnati dalla lava dell'Etna

00:00 / 00:00
100 %

Sulla luna e ritorno. Al volante di Porsche Cayenne S E Hybrid Coupè puntando il selettore della terza generazione di questo suv trasformista in modalità di guida Rocks. Lá verso il lato nord est dell’Etna, tra sentieri disegnati dalla lava, tra crateri che appaiono e scompaiono dalle nuvole, su fino a 2800 metri, dove la terra sembra finire e aprirsi verso un nuovo mondo. C’è il vulcano che dai suoi 3365 metri, il piú alto d’Europa ancora in attivitá, sembra osservare maestoso la lunga teoria di suv che, con nuove sospensioni elettroniche PASM, cambio automatico a 8 rapporti, trazione integrale e sistemi di assistenza predittivi, con disinvoltura si inerpica tra le rocce puntellate da cespugli di romice del parco naturale, lungo un percorso aperto appositamente per questo test drive che esalta la tripla personalità di Porsche Cayenne, quella votata per l’avventura, quella che si scatena sulle lunghe distanze, metropolitane e non, e quella urban luxury. Il merito va alla tecnologia ibrida completamente rivista, un mix di un propulsore turbo V6 da tre litri da 260 kW (353 Cv) e un motore elettrico da 130 kW (176 Cv), che porta la potenza totale a 382 kW (519 CV) e a una coppia massima di 750 Nm. Tradotto in prestazioni significa, secondo i dati dichiarati da Porsche, un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e una velocità massima di 263 km/h.

Porsche

Ma qui é vietato andar forte perché ad ogni tornante a guidare sono soprattutto le emozioni in un viaggio tra mitologia e natura. E quando il sentiero off road sembra dissolversi tra la nebbia, a fare da Caronte sono i proiettori a LED con tecnologia Matrix montati di serie sulla nuova Cayenne, o, meglio ancora, i fari a LED Matrix ad alta definizione disponibili come optional, i cui 32.000 pixel per proiettore si regolano automaticamente in oltre mille livelli secondo le condizioni di guida, in grado di individuare qualsiasi ostacolo “invisibile” e di portarci fino alla grande spianata di lava dell’osservatorio astronomico. Un sulfureo fondale teatrale mozzafiato che esalta il restyling soft di Porsche Cayenne, quasi metri di lunghezza, due di larghezza e 1 e 70 di altezza, ridefiniti da un nuovo paraurti frontale, parafanghi più arcuati e cofano rimodellato. Molto più incisivi gli interventi all’interno che puntano alla Porsche Driver Experience e ruotano attorno a tre display come sulla cugina elettrica, uno per il virtual cockpit (12,6 pollici), uno per l’infotainment (12,3 pollici) e uno dedicato all’intrattenimento del passeggero che puó anche vedere Netflix (10,9 pollici) e per questo il display é ricoperto da una speciale pellicola per renderlo invisibile a chi guida (prezzi a partire da 121.775 euro per la versione SUV e 126.045 euro per la versione Coupé).

Porsche

Dalla luna e ritorno. Si cambia scenografia e ripercorrendo i tornanti dell’Etna che degradano verso il mare, tra agrumeti e uliveti non sfiorati dalle colate di lava, è il motore elettrico che regala gli spunti per i suoi 90 km di autonomia, con tempi di ricarica che consentono di riportare la batteria alla sua capacità massima all’incirca in due ore e mezza. Pronto poi a ripartire per nuove avventure.

Commenti