Bagnaia: in pista i "grandi" del salto ostacoli

E' iniziato il conto alla rovescia per il via al Csi "tre stelle" e Csi "Monostella" di Bagnaia, in calendario dal 15 al 18 settembre prossimi

Bagnaia: in pista i "grandi" del salto ostacoli

Quest'anno Bagnaia richiamerà praticamente tutti i migliori azzurri - assenti giustificati i cinque binomi impegnati nel contemporaneo campionato d'Europa di Madrid - e un nutrito lotto di prestigiosi stranieri in rappresentanza di ben 22 nazioni: Arabia Saudita, Austria, Argentina, Belgio, Bermude, Brasile, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giappone. E ancora: Gran Bretagna, Irlanda, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Panama, Romania, Svezia, Svizzera, Stati Uniti, Turchia e naturalmente Italia.

Molti i nomi noti, tra i quali la britannica Laura Renvick, vincitrice del Gran Premio "La Nazione" 2010. I nomi degli azzurri sono già da giorni pubblicati sui principali Web-sites, quelli degli stranieri saranno ufficializzati entro questa settimana, alla chiusura definitiva delle iscrizioni. Le competizioni del 26esimo Csi di Bagnaia sono programmate nel palinsesto in modo da costituire un graduale e progressivo “avvicinamento” alla gara-clou della domenica, ovvero il Gran Premio “La Nazione” (30mila Euro di montpremi) valido per il Rolex Ranking. Per accedervi i concorrenti dovranno qualificarsi in due apposite competizioni, una il secondo giorno e l’altra il terzo giorno (entrambe con ostacoli di 1,45 m.) che insieme allo stesso GP (1,50 m.) costituiscono il cosiddetto “Alfa Romeo Tour”: il cavaliere che al termine della manifestazione avrà la migliore somma di punti in queste tre prove si porterà a casa la vettura Alfa Romeo Giulietta in palio. Altre tre gare nelle prime tre giornate (ostacoli a 1,35 m.) costituiscono il parallelo “Fiat Tour” che assegnerà al vincitore un Fiat Cinquecento. Prova a sé stante fra le diverse competizioni è poi il Derby di sabato, che di Bagnaia è ormai una peculiarità e che anche quest’anno sarà in memoria di Guido Dominici. Le gare del “monostella”, infine, si svolgeranno in apertura di ciascuna giornata.

In totale il programma presenta 15 competizioni, fra le quali non mancano, a benficio della spettacolarità e del grande pubblico, la staffetta di sabato e la categoria a punti con il Jolly di domenica. Direttore di campo è Gianni Racca, coadiuvato da Matteo Massaglia: il parco ostacoli a diposizione è particolarmente ben dotato e vario, così da consentire di graduare l’impegno tecnico dei binomi senza mai rinunciare agli aspetti coreografici, importanti in un ambiente tanto suggestivo come quello di Bagnaia.

Il proverbiale terreno in erba assicura inoltre ai cavalli-atleti le migliori condizioni ambientali, che unitamente alle scuderie “cinque stelle” loro riservate garantisce l’irrinunciabile welfare. Durante tutta la manifestazione sportiva l’ingresso è libero per il pubblico che ha a disposizione parcheggi, ristorazione, bar e tutti i servizi.

IL PROGRAMMA DELLE GARE
Giovedì 15 settembre Premio n. 1 a barrage (h.1,30 m.) Premio n. 2 a due fasi (h. 1,35 m) Fiat Tour
Premio n. 3 a tempo (h.1.45 m.) di qualifica al GP “La Nazione”
Fei Rolex Ranking- Alfa Romeo Tour

Venerdì 16 settembre
Premio n. 4 a due fasi (h. 1.20 m.)
Premio n. 5 a due fasi (h. 1.30 m.)
Premio n. 6 a tempo (h.1.35 m.) Fiat Tour
Premio n.
7 a due fasi (h.1,45 m.) di qualifica al GP “La Nazione”
Fei Rolex Ranking – Alfa Romeo Tour

Sabato 17 settembre
Premio n. 8 a tempo (h. 1.20 m.)
Premio n. 9 a staffetta (h.1,30 m.)
Premio n.10 a barrage (h. 1,35 m.) Fiat Tour, Finale
Premio n.11 Derby (Tab. C) - Memorial Guido Dominici (h. 1,40 m.)

Domenica 18 settembre
Premio n.12 a barrage (h. 1,20 m.)
Premio n.13 a tempo (h.1,30 m.)
Premio n.14 a punti con due jolly (h. 1,40 m.)
Premio n.15 Gran Premio “La Nazione” a due rounds (h. 1,50 m.)
Fei Rolex Ranking –Alfa Romeo Tour, Finale

Commenti