Borghi da gustare a 40 euro

Quaranta euro per cena, pernottamento e prima colazione negli incantevoli borghi di Liguria per regalarti un fine settimana in un angolo di paradiso. Non è un sogno ma realtà, grazie all’iniziativa «Borghi da gustare» portata avanti dalle associazione Paesi bandiera arancione e Borghi più belli d’Italia e promossa dallagenzia «In Liguria». Un’occasione, in questo autunnop che sta per arrivare, di scoprire il mare da un nuovo punto di vista: l’entroterra.
Ma vediamo quali sono questi piccoli luoghi incantati, tra paesi arancioni e borghi più belli: Apricale, Borgio Verezzi, Brugnato, Campo Ligure, Castelbianco , Castelnuovo Magra, Castelvecchio di Rocca Barbena, Cervo, Dolceacqua, Finalborgo, Lingueglietta, Laigueglia, Manarola, Millesimo, Montemarcello, Noli, Sassello, Santo Stefano d’Aveto, Tellaro, Toirano, Triora, Varese Ligure, Vernazza e Zuccarello.
Ristoranti, locande, B & B e alberghi che aderiscono all’iniziativa (gli indirizzi sono reperibili sui siti liguriaborghi.it e turismoinliguria.it) consentono dunque mini soggiorni, offerta cui si potrà accedere fino al 20 dicembre.
«Dopo il grande successo dello scorso anno - ha detto Angelo Berlangeri, direttore dell’Agenzia In Liguria - le due associazioni hanno ripetuto l’iniziativa e siamo felici di promuovere un’offerta turistica integrata. Il successo di “Borghi da gustare” è la prova concreta che la strategia verso la destagionalizzazione e il turismo esperienziale sono la giusta strada per il rilancio del turismo in Liguria».
Molti dei borghi citati hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Arancione, sigillo di qualità voluto nel 1998 dalla Regione Liguria in collaborazione con il Touring Club per valorizzare le perle dell’entroterra; altri sono stati annoverati tra i «borghi più belli d’Italia», il marchio di prestigio voluto dll’Anci per premiare l’armonia architettonica, la qualità del patrimonio edilizio pubblico e privato, la vivibilità del borgo in termini di servizi al cittadino.
A questo punto l’occasione di provare con mano c’è, fosse anche solo per un weekend.