I piedi a pezzi di CR7 allarmano la rete: i problemi, però, sono altrove

La foto pubblicata dal campione lusitano ha fatto preoccupare i suoi tifosi. In realtà il momento di CR7 non è dei migliori, visto che l'eliminazione dalla Champions potrebbe causare un terremoto nel club saudita dell'Al Nassr

I piedi a pezzi di CR7 allarmano la rete: i problemi, però, sono altrove
00:00 00:00

L’impressione che la foto postata da Cristiano Ronaldo sul suo profilo Instagram è stata talmente tanta che il campione lusitano ha preferito toglierla per evitare ulteriori speculazioni. Quello che era nato come un normale post, pubblicato poco dopo al video di una passeggiata con la famiglia su una bianchissima spiaggia saudita, ha fatto scattare campanelli di allarme tra le centinaia di milioni di tifosi. Lo smalto nero sulle unghie, piedi e caviglie che sembrano gonfi, alluci a pezzi: invece di trasmettere una sensazione di pace, quella foto del campione dell’Al Nassr a bordo piscina ha fatto il giro del mondo per tutte le ragioni sbagliate. Molti hanno voluto leggervi una lezione sulle sofferenze alle quali il campionissimo si sottopone pur di rimanere competitivo nonostante l’età. Le cose, però, potrebbero stare in maniera leggermente diversa.

Tempesta in un bicchier d’acqua

Il momento del campione portoghese non è certo dei migliori, visto che la sua squadraè stata eliminata ai rigori dalla Champions League asiatica pochi giorni fa. Cristiano Ronaldo non può approfittare della pausa per le nazionali per ciondolare tra piscina e spiaggia. I piedi sono messi così male perché deve vestire degli stivali speciali che comprimono le gambe, così da aiutare il recupero muscolare. Non è certo il primo campione che usa metodi del genere; lo stesso LeBron James, qualche tempo fa, fu sorpreso dai paparazzi mentre vestiva queste calzature high-tech, così da accorciare i tempi di recupero dall’ennesimo infortunio. La cura per il corpo del talento di Madeira è al limite dell’ossessione, dalla dieta agli esercizi extra da svolgere in palestra fino ai famosi bagni gelati nel post-partita, che sarebbero un toccasana per l’organismo.

CR7, come fece a suo tempo il campionissimo del football Tom Brady con il suo programma TB12, sta provando a capitalizzare il tutto con vari strumenti, inclusa la nuova app lanciata da poco, Erakulis, che permette di fare allenamenti e sessioni di recupero personalizzate. Se l’app è alla portata di tutti, la fasciatura tecnologica che sta portando è decisamente più costosa. Questo apparecchio usa la compressione dell’aria controllata da un computer per aiutare a migliorare la circolazione, dare più tono ai muscoli. L’apparecchio sarebbe in grado di fare un massaggio rigenerante senza portarsi dietro sempre un professionista del settore ma, almeno a sentire i produttori, è in grado di agire con maggiore precisione su più zone del corpo allo stesso tempo. A quanto pare, però, una delle controindicazioni è che i piedi si gonfiano durante il trattamento.

I problemi sono altrove

La foto pubblicata durante una mini-vacanza al resort St Regis è diventata la notizia del giorno tra le sue sterminate file di sostenitori. Probabilmente CR7 avrebbe preferito che si parlasse di più del suo ultimo record, la 50a rete segnata con l’Al Nassr a tempo di record, un rigore che ha garantito al club saudita la vittoria contro i rivali dell’Al Ahly. I più maliziosi insinuano che queste foto siano state fatte circolare ad arte per mettere nel dimenticatoio il gol a porta vuota sbagliato clamorosamente nei supplementari del quarto di finale di Champions League asiatica, che ha visto i sauditi eliminati ai rigori dalla squadra degli Emirati Arabi dell’Al Ain. Un errore talmente clamoroso da aver fatto sollevare più di un mugugno tra i tifosi del club saudita e che, almeno per il momento, è stato del tutto dimenticato.

Cristiano Ronaldo Globe Soccer Awards

In tutto il mondo, infatti, non si fa che parlare dei piedi di Cristiano Ronaldo, con molti tifosi che si dicono preoccupati per l’impatto sul fisico del campione. Un utente su Twitter si dice sicuro che “ogni mattina si sveglierà con un dolore pazzesco” mentre altri fanno notare come la guerra contro il dolore sia “una delle battaglie silenziose che i giocatori devono affrontare”. Questa polemica ha fatto dimenticare il fatto che CR7 non sarà della partita contro la Svezia e che raggiungerà il Portogallo solo tra qualche giorno. Ancora più preoccupanti le voci in arrivo da Riyadh, che parlano delle imminenti dimissioni del presidente dell’Al Nassr e dell’intero cda dopo l’uscita dalla Champions.

Considerato la professionalità del team che cura i social di CR7, è possibile che si tratti solo di una mossa studiata ad arte per distrarre i media. Se le cose stessero davvero così, ci sarebbe solo da fargli i complimenti.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica